Vecchina si spegne in ospedale e nella casa popolare il suo piccolo tesoro: 18mila euro in contanti e buoni fruttiferi

Cronaca

Milano 25 Gennaio – Una vecchina come tante, inquilina di una casa popolare, che termina la sua vita in una casa di cura. Il suo appartamento, in sua assenza, si è salvato dall’occupazione abusiva, così quando gli incaricati di MM hanno aperto la porta per riprenderne possesso, muovendosi tra i ricordi di una vita si sono trovati di fronte a una sorpresa. Lo racconta nel suo articolo Il Giorno” Ha vissuto in via Bagarotti 44, zona Baggio, per decine di anni. Inquilina di una casa popolare di proprietà del Comune. L’ultima parte della vita l’ha trascorsa però in una struttura di cura e, quando è venuta a mancare, tutti i suoi averi sono rimasti nell’appartamento in cui per anni aveva abitato. Una storia come tante, quella di questa anziana che se n’è andata nel silenzio, lontano dal suo quartiere, sognando magari di rivedere ancora i luoghi cari e familiari di quello spicchio di città all’estrema periferia ovest. Gli uomini della Sicurezza MM (gestore dei caseggiati di edilizia residenziale pubblica di proprietà del Comune) ieri hanno spalancato la porta di quella casa per la prima volta da quando la signora non c’è più. E quasi non credevano ai loro occhi quando si sono trovati al cospetto di un tesoro, 18mila euro in contanti messi da parte e buoni fruttiferi, oltre a un testamento olografo.

Una fortuna accumulata, immaginiamo, con lo spirito di una formichina che conserva le briciole per potersela cavare in caso di temporali. Peccato che la signora non abbia potuto godere di quel patrimonio quando era in vita. Ma il suo tesoro, è la consolazione, non resterà incustodito: ora è al sicuro, in vista della consegna ai parenti.

Gli uomini di MM hanno passato la mattina a scandagliare quell’alloggio, poi a contare i soldi e a mettere sul tavolo quanto trovato. Tutto sotto gli occhi della polizia locale che affianca la squadra ogni volta che occorre passare al setaccio l’appartamento di un inquilino defunto. Ieri hanno scovato soldi in contanti e buoni fruttiferi ben custoditi dentro un armadio, all’interno di casa lasciata in ordine e pulita. Il testamento invece era in un altro punto dell’appartamento. Ora si lavorerà per rispettare la volontà della signora. Un intervento che ha tolto la possibilità a eventuali sciacalli (magari qualcuno aveva già messo gli occhi su quella casa, chissà) di colpire. E adesso quell’unità immobiliare sarà rimessa in sesto per una successiva assegnazione in modo da stroncare anche un’eventuale occupazione abusiva. Come hanno fatto gli uomini della squadra ad accedere all’alloggio? Le chiavi, fa sapere MM, sono state ritirate col supporto della polizia locale nella struttura di cura in cui la signora si era trasferita. Adesso, la stessa squadra di MM in collaborazione coi vigili, si darà da fare con l’obiettivo di rintracciare gli eredi per comunicare la scoperta e consegnare quanto ritrovato.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.