Milano. Record d’affluenza durante le festività per mostre e musei

Cultura e spettacolo

Milano 29 Dicembre – L’offerta culturale di Milano nei giorni di festa si è confermata una meta attrattiva sia per residenti che turisti. Notevole è stata infatti l’affluenza per la Madonna della Misericordia di Piero della Francesca a Palazzo Marino, per le mostre di Palazzo Reale e per i Musei civici, insieme al presepe monumentale dei Sassi di Matera, ospitato anch’esso nella sede del Comune.

Si legge in una nota del Comune di Milano che la tavola di Piero della Francesca, in appena tre giorni, ha registrato circa 7mila visitatori: 2mila520 il 23 dicembre, mille904 il 24 e 2mila426 il giorno di Natale. Solo nella giornata di Santo Stefano le quattro mostre ospitate a Palazzo Reale hanno segnalato nel complesso oltre 4mila ingressi, che si aggiungono a quelli rilevati tra il 24 e il 25 dicembre. il Castello Sforzesco (circa 2.300 ingressi).

Regina delle mostre di Santo Stefano è stata invece ’Real Bodies scopri il corpo umano’ con 2mila100 ingressi. Dall’8 al 26 dicembre sono stati più di 22mila i visitatori che hanno confermato il successo di pubblico di questa mostra internazionale. L’impennata di visite è stata registrata a Santo Stefano quando l’esposizione anatomica – si legge in una nota – è stata la mostra più visitata di Milano con oltre 2mila100 visitatori in un solo giorno. Fino all’8 gennaio, quando si concluderanno le festività, continuerà il flusso delle 15.000 persone che hanno già prenotato la visita fino a quella data, oltre a 400 comitive. Intanto, gli oltre 6.000 cataloghi della mostra ‘Real Bodies, scopri il corpo umano’, venduti in tre mesi di apertura, contribuiranno a sostenere la ricerca scientifica della Fondazione Umberto Veronesi nella lotta ai tumori. Venice Exhibition srl, società che organizza la mostra anatomica ha già devoluto 13mila500 euro alla Fondazione Umberto Veronesi, somma che sarà destinata nel 2017 a sostenere parte di una borsa di ricerca della Fondazione.

Monica Ramaioli, direttore generale della Fondazione Umberto Veronesi, ha dichiarato: “Ringrazio gli organizzatori della mostra per aver permesso di diffondere i messaggi di prevenzione della Fondazione Umberto Veronesi e allo stesso tempo per aver potuto finanziare parte di una borsa di ricerca”. “Il catalogo di Real Bodies non è mai stato così pluridisciplinare e ricco di informazioni – ha aggiunto soddisfatto il promoter mondiale dell’esposizione e titolare di Venice Exhibition, Mauro Rigoni – ringraziamo per la professionalità tutto lo staff redazionale tra cui gli esperti di fama internazionale che hanno contribuito alla sua riuscita, ma soprattutto il pubblico che, con il suo acquisto al termine della visita, ha apprezzato doppiamente l’edizione milanese della mostra”. (Arte Magazine)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.