Mercatini di Natale via Lecco – Ennesimo spreco di denaro pubblico

Milano

Milano 21 Dicembre – Il 17 e 18 Dicembre scorsi si è ripetuta l’iniziativa legata alla presenza delle ormai note e discusse bancarelle in via Lecco e Panfilo Castaldi per l’iniziativa denominata “Il Mercato del Lazzaretto – Mercatino diarcigay-bandiera-duomo-milano Natale Arcobaleno”, evento che ha procurato non pochi disagi (solo per citarne alcuni rumore, traffico in tilt, viabilità…) ai residenti della zona a spese di tutta la collettività.

Infatti con delibera numero 57 del 13 Dicembre 2016, la giunta del Municipio 3 ha deciso di abbattere la tassa di occupazione del suolo per la realizzazione di questo evento per un ammontare complessivo di Euro 2.0000,00, dichiarando, sotto responsabilità dell’associazione, che l’iniziativa non fosse a carattere commerciale (si tratta di un mercato) e ciliegina sulla torta considerato il fatto che all’associazione che ha realizzato il mercato erano stati concessi altri 4.000,00 euro di finanziamenti ottenuti con la partecipazione ad un bando del Municipio
Per far luce su quanto accaduto, sulla dichiarazione alquanto discutibile secondo la quale un mercato non costituirebbe attività commerciale, è stata depositata un’interrogazione da parte della Cons. Cosenza, Capogruppo della Lega Nord, che ringrazio ed a cui ho voluto subito associarmi. Non ci possono essere disparità di trattamenti fra associazioni e le continue richieste di organizzare eventi in una zona “ostaggio” della movida dovrebbero essere condivise con chi abita quei luoghi.
Ci saremmo infatti aspettati che la giunta del Municipio 3 ed il Consiglio, come promesso ai cittadini durante i recenti incontri, avessero coinvolto i residenti interessati ma nulla di questo è stato fatto. La delibera è avvenuta senza alcuna consultazione degli abitanti di Via Lecco o del Consiglio di Municipio, alla faccia della partecipazione tanto decantata in campagna elettorale dal Sindaco Beppe Sala
Risulta inoltre che i partecipanti a questo “mercatino” abbiamo pagato per lo spazio la somma di Euro 70,00, che la pubblicizzazione dell’evento sia avvenuta addirittura prima dell’approvazione della relativa delibera, che, come dichiarato,  l’iniziativa non fosse commerciale (i venditori presenti hanno forse regalato i proprio prodotti ??), insomma un grande pasticcio che deve essere risolto. Oltre al danno per i residenti, la beffa per tutti i milanesi che con le proprie tasse hanno finanziato questo tipo di attività per un importo complessivo fra Cosap e bando di eur. 6.000,00
Precisando che a parer nostro le iniziative che andrebbero sostenute dovrebbero essere quelle che si realizzano nelle zone più periferiche e degradate, non comprendiamo quali siano i reali motivi per cui sia stato sostenuto economicamente un evento commerciale in pieno centro città, ci aspettiamo ora che venga data una risposta chiara, esauriente e puntuale a tutti questi dubbi. A questo proposito stiamo pensando di depositare un esposto alla corte dei conti. I milanesi hanno il diritto di conoscere in che modo vengano spesi i soldi pubblici e tutto ciò deve essere realizzato alla luce del sole, nel modo più limpido e trasparente possibile.
Rita Cosenza Capogruppo Lega nord e Marco Cagnolati  Capogruppo Forza Italia Municipio 3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.