Bimba morta di stenti a Milano: i genitori condannati a 12 anni di carcere

Cronaca

Milano 19 Novembre – Sono stati condannati a 12 anni di carcere Marco Falchi e Olivia Beatrice Grazioli, genitori di Aurora, la bimba di nove mesi morta di stenti nel febbraio 2015 nella loro casa di Milano. Lo ha deciso la corte d’assise di Milano nel processo che li vedeva accusati di maltrattamenti aggravati dalla conseguente morte. Falchi e Grazioli non erano presenti in aula durante la sentenza. La piccola Aurora è morta a soli 9 mesi nella notte tra il 26 e il 27 febbraio dello scorso anno nell’appartamento di via Severoli a Milano dove viveva insieme ai genitori. Come ha ricostruito ieri mattina in aula il pm Cristian Barilli che ha condotto le indagini, Aurora, che era nata sana , ha patito “la fame e la sete”, e negli ultimi istanti di vita “non aveva neppure la forza di tossire” e di manifestare con “il pianto” il suo malessere. Secondo il pm, i suoi genitori (per loro i loro difensori avevano chiesto la assoluzione) non hanno accudito la piccola e anzi, con le loro “condotte”, hanno fatto vivere loro figlia in condizioni “insostenibili”. (Ansa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.