Porta Venezia: “Caos a livelli impensabili” denuncia di Cagnolati (F.I.)

Milano

Milano 28 Settembre – “Durante quest’ultimo week-end la situazione di caos ed invivibilità del quartiere Lazzaretto ed in particolare di via Lecco, zona porta Venezia, ha raggiunto livelli impensabili. Al disagio della chiusura della strada per far posto al mercatino ‘Agros’, fortemente osteggiato dai residenti della via, si è associato quello della presenza di un numero talmente elevato di persone in orario notturno tale da rendere impraticabile il passaggio in strada. Come più volte segnalato, anche non in presenza di un mercato o di un evento, la via Lecco nell’ultimo tratto fra via Panfilo Castaldi e via Lazzaro Palazzi le notti del venerdì e sabato è completamente ostaggio di una movida selvaggia”. via-leccoE’ quanto scrive il consigliere del Municipio 3 Marco Cagnolati, di Forza Italia, in una lettera indirizzata al sindaco Giuseppe Sala, al vicesindaco Anna Scavuzzo, agli assessori alla Sicurezza e al Commercio, Carmela Rozza e Cristina Tajani e al comandante della polizia locale Antonio Barbato. “Le norme in merito di emissioni acustiche nonché del codice della strada non sono minimamente rispettate, addirittura è impossibile transitare con i propri veicoli a causa della folla che si riversa all’interno della sede stradale e non si capisce come mai la Polizia Locale – prosegue – più volte sollecitata dai residenti, al posto di creare ordine ripristinando la circolazione, facendo in modo che le persone stiano ordinatamente sui marciapiedi senza invadere la sede stradale non intervenga affatto rendendo, di fatto, via Lecco in quel tratto un isola pedonale abusiva. Questo, oltre al problema di circolazione, fa in modo che la strada diventi un enorme piazza, con gente ubriaca che disturba, canta, fa chiasso ed impedisce il sonno dei residenti fino a tarda notte o mattina del giorno seguente. Naturalmente la mattina dopo si assiste ad un impietoso spettacolo costituito da cocci di vetro, puzza di urina, bottiglie e rifiuti vari che sono rimossi prontamente da Amsa ma a spese di tutti i cittadini per il ‘divertimento’ di pochi. Ora si paventa l’ipotesi di pedonalizzazione e chiusura di questo tratto di strada in modo tale da ‘legalizzare’ questa situazione. Questo sarebbe l’ennesimo arrendersi da parte di un’Amministrazione di fatto impotente, che non riuscirebbe neppure a far rispettare le norme più elementari di sicurezza e vivibilità e per questo sarebbe pronta a modificare le regole (in questo caso la viabilità di una strada) per sanare situazioni illegali a spese dei residenti. sangue-rissaSpero che ciò non corrisponda alla realtà e per questo chiedo un rapido intervento in modo da poter tutelare i residenti di via Lecco e del quartiere Lazzaretto che ormai, da tempo e giustamente si sentono abbandonati dall’amministrazione. Inoltre questa notte l’ennesima rissa in via Panfilo Castaldi, nei pressi del civico 32, con sangue sparso dappertutto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.