Cittadino cinese arrestato dai Carabinieri per tentato omicidio

Cronaca

Milano 15 Settembre – Dopo una breve latitanza, si è consegnato ai Carabinieri del Nucleo Investigativo di Milano il cittadino cinese Z.J., 44enne, autore dell’accoltellamento ai danni di due suoi giovani connazionali, avvenuto lo scorso agosto nel cuore della Chinatown meneghina.

Era quasi la mezzanotte del 6 agosto quando l’arrestato, percorrendo a piedi via Paolo Sarpi incrociava un gruppo di giovanissimi connazionali – tre ragazzi e due ragazze –,  appena usciti da uno dei locali karaoke della zona. L’incontro era subito degenerato in un acceso diverbio con un 20enne. I due contendenti venivano subito divisi da altri ragazzi, che hanno poi proseguivano per la loro strada.

L’uomo non desisteva e, introdottosi in un ristorante, sottraeva una mannaia. Brandendo l’arma, tornava sui suoi passi, raggiungeva il 20enne e lo colpiva con un fendente al fianco, ferendo lievemente ad un ginocchio anche un altro dei ragazzi, intervenuto per bloccare l’aggressore.

Trasportata in condizioni critiche presso il Fatebenefratelli, la prima vittima veniva  sottoposta d’urgenza ad un delicato intervento chirurgico per riparare le lacerazioni prodotte dalla lama che, pur avendo fratturato una costola, solo per puro caso non avevano attinto organi vitali. Dopo un periodo di terapia intensiva ed una lunga degenza, il giovane era stato quindi dimesso in buone condizioni generali.

Solo la consolidata collaborazione con gli esponenti della locale comunità cinese ha consentito agli inquirenti di imprimere una svolta alle indagini, rese difficoltose dall’assenza di un movente e di pregresse relazioni fra autore e vittime. I Carabinieri hanno quindi passato al setaccio il quartiere, restringendo progressivamente la rosa dei possibili autori del reato, individuando un fotografo professionista, attivo nel campo dei matrimoni, nei confronti del quale l’Autorità Giudiziaria ha quindi emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. Ormai braccato, l’indagato – incensurato e regolare sul territorio nazionale – si è, infine, spontaneamente consegnato agli investigatori di via Moscova.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.