Contrasto alle dipendenze e al fenomeno del binge drinking. Controlli e sanzioni dei CC

Cronaca

Milano 5 Settembre – Continua l’attività dei Carabinieri del Comando Provinciale per garantire la serena fruizione dei luoghi della “movida” milanese. L’attività si è concentrata in particolare sul controllo degli esercizi pubblici, al fine di contrastare il pericoloso fenomeno giovanile del “binge drinking”.

In tal senso si è sviluppato il controllo straordinario del territorio posto in atto dai Carabinieri della Compagnia Milano – Porta Magenta nell’area della Darsena, conclusosi con la verifica di 4 locali e con la denuncia in stato di libertà a carico del titolare di un bar, un cittadino cinese 27enne, sorpreso a somministrare bevande alcoliche a 7 minorenni. Nel medesimo contesto operativo si inseriscono gli arresti di un 35enne marocchino, irregolare sul territorio, responsabile del furto di alcolici da una rivendita; di un 29enne albanese per evasione e di un 39enne italiano atteso in carcere per scontare più di 3 anni di reclusione per furto.

I militari della Compagnia Milano – Duomo, hanno invece proceduto alla denuncia in stato di libertà nei confronti di un 19enne senegalese, sorpreso presso le “Colonne di S. Lorenzo” in possesso di alcune dosi di hashish.

Gli uomini del Nucleo Radiomobile hanno tratto in arresto, in zona “Porta Romana”, un 29enne egiziano, già noto alla Giustizia, trovato in possesso di cocaina ed eroina, già suddivisa in oltre 20 dosi. La successiva perquisizione domiciliare ha consentito il rinvenimento di oltre 30 gr. di hashish e di tutto il materiale occorrente al taglio e al confezionamento dello stupefacente. Sono invece 4 i deferiti per guida in stato di ebbrezza, risultati positivi ai controlli alcolemici nell’ambito dei controlli all’uscita dei locali notturni. Si tratta di una 26enne e un 29enne  italiani, un 28enne cinese e un 33enne georgiano. Nella rete dei controlli sono finiti anche un 21enne cileno, un 29enne e un 38enne marocchini, sorpresi alla guida nonostante non fossero titolari di patente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.