Elezioni Comunali 2016 – Preferenze in Consiglio Comunale e risultati dei 9 Municipi cittadini (5 a Parisi, 4 a Sala)

Approfondimenti Politica

Milano 7 Giugno  – Oltre ai risultati sui candidati a sindaco, si delinea anche la composizione del prossimo consiglio comunale. Molto dipenderà da chi, vincendo al ballottaggio, otterrà il premio di maggioranza, ma si possono già analizzare gli equilibri. Poche le sorprese. Vediamo le liste in dettaglio.

Mariastella Gelmini, capolista di Forza Italia e coordinatrice lombarda del partito, fa il “pieno” della lista con quasi 12 mila preferenze personali quando mancano sei sezioni da conteggiare. Al secondo posto il capogruppo uscente Pietro Tatarella, con oltre 5.512 preferenze. Poi Gianluca Comazzi (2687 preferenze) e la consigliera di zona 2 uscente Silvia Sardone ( 2319 preferenze). Quinto posto per Luigi Pagliuca, ((1766 voti) “tallonato” da Alessandro De Chirico (che sfonda quota 1.600), Fabrizio De Pasquale (1595 preferenze)e il direttore di “Tempi” Luigi Amicone.

La Lega Nord, che si ferma a meno del 12% (inevitabile per il Carroccio aspettarsi un po’ di più, visto che si era “preso” più candidati a presidenti di Municipio di Forza Italia), vede Matteo Salvini primo con circa 8 mila preferenze, poi il capogruppo uscente Alessandro Morelli (poco più di mille preferenze) e l’ex parlamentare Laura Molteni. Quarto il consigliere uscente Max Bastoni, poi testa a testa tra due consiglieri di zona uscenti: Gabriele Abbiati e Gianmarco Senna.

Buon risultato per Milano Popolare, lista d’ispirazione centrista a sostegno di Parisi: 16 mila voti per loro. Matteo Forte, consigliere comunale uscente, con più di 2.200 voti supera Maurizio Lupi, ex ministro, che si ferma a 1.500 voti. Nella lista civica Io corro per Milano, l’ex sindaco Gabriele Albertini ottiene meno di 1.400 preferenze; l’altro capolista Manfredi Palmeri deve accontentarsi di poco più di 600 voti. In Fratelli d’Italia, infine, prevalgono i tre capilista: Riccardo De Corato (circa 2.350 voti), Marco Osnato (1.100) e Paola Frassinetti (meno di mille).

Nel centrosinistra, e in particolare nel Partito democratico, gli assessori uscenti ottengono ottimi risultati personali: Pierfrancesco Majorino è primo con più di 7.500 preferenze, poi Pierfrancesco Maran (oltre 5 mila), Marco Granelli e Carmela Rozza (oltre 3 mila ciascuno). Bene Milly Moratti (più di 1.700 voti), poi i consiglieri uscenti Lamberto Bertolè, Paola Bocci e Filippo Barberis. New entry quella di Diana De Marchi. Supera le mille preferenze Sumaya Abdel Qader.

In Sinistra x Milano (3,83%), l’assessore uscente Filippo Del Corno batte tutti con circa 2 mila voti. Poi Paolo Limonta, Anita Pirovano, Luca Gibillini ed Enrico Fedrighini. Nella lista civica Beppe Sala Noi Milano (7,68%), infine, Cristina Tajani e Franco D’Alfonso (entrambi assessori uscenti) superano tutti.

Nettamente prima, nel Movimento 5 Stelle, è Patrizia Bedori, inizialmente candidata a sindaco. Milano in Comune, che dovrebbe eleggere solo il candidato a sindaco Basilio Rizzo, vede Luciano Muhlbauer e Anita Sonego entrambi sopra 1.400 voti a testa. Tra i Radicali ottengono le preferenze maggiori i due capilista Lorenzo Lipparini e Barbara Bonvicini. Nella lista Noi x Milano di Nicolò Mardegan, infine, Paola Bonzi (centro aiuto alla vita della Mangiagalli) supera i due candidati di Casapound Angela De Rosa e Massimo Trefiletti: tutt’e tre sono sopra i 300 voti ciascuno.

 

RISULTATI DEI 9 MUNICIPI CITTADINI

MUNICIPI

Il centrodestra milanese vince la sfida nei municipi cittadini aggiudicandosene 5 su 9. Fino ad oggi erano invece tutti governati dal centrosinistra.

– La coalizione di Beppe Sala vince nel centro cittadino: Fabio Arrigoni si riconferma e ottiene il 45,2% dei consensi superando Filippo Daniele Jarach del centrodestra col 41,29%. – – Il centrosinistra tiene anche il Municipio 3 (CittàStudi, Lambrate Venezia) con Caterina Antola (43,8%) davanti a Vincenzo Viola (38,78%); il 6 (Barona, Lorenteggio) con Santo Minniti (41,69%) davanti a Piermario Sarina (40,2%) e l‘8 (Fiera, Gallaratese, Quarto Oggiaro) con Simone Zambetti al 42,57 che supera Igor Iezzi della Lega col 40,21%.

–  La coalizione di Stefano Parisi ‘strappa’ invece al centrosinistra il Municipio 2 (Stazione Centrale, Greco, Turro, Crescenzago) con Samuele Piscina al 43,13% davanti ad Alberto Ciullini al 38,49%; il 4 (Vittoria-Forlanini) preso da Giancarlo Bassi col 41,6% contro Loredana Bigatti al 41,19%; il 5 (Vigentino, Gratosoglio Chiaravalle) con Alessandro Bramati (41%) che supera Mario Moscon (40,73%); il 7 (Baggio, De Angeli, San Siro) con Marco Bestettial 42,33% e Lorenzo Boati al 39,66%; e il 9 (Stazione Garibaldi, Niguarda) con Antonio Lardieri al 40,91% e Stefano Indovino al 38,92%.

Fra i big dello schieramento da segnalare il mancato sorpasso della Lega su Fi, con il Carroccio distanziato in media di circa 7 punti. Nel dettaglio FI ha preso percentuali che oscillano fra 17% e 21%, la
Lega fra 8,5% (nel centralissimo municipio 1) e 15%. Un brutto colpo per il Carroccio che nonostante le dichiarazioni ottimistiche del leader Matteo Salvini (capolista), è rimasto seconda forza dello schieramento, nettamente dietro FI. Nemmeno nel municipio 8 dove il Carroccio ha schierato un militante storico come Igor Iezzi e dove sono scoppiate le polemiche per la candidatura dell’esponente di Estrema destra, il 25enne Stefano Pavesi, che è risultato essere il più votato della lista con 450 preferenza, la Lega è riuscita a sfondare. Poco significativa la performance della lista di destra Noi x Milano di Nicolò Mardegan che ha superato il 2% nel solo municipio 8.

MUNICIPIO 1

Filippo Danie Jarach 41,29, Giorgio D’Amico 0,51%,  Giovanni Giuseppe Pascale 1,38%, Francesco Spadaro 3,03%, Sergio Pasquale Antonio Violante 2,54%, Fabio Luigi Arrgoni 45,2%, Giuseppe Ventura 6,05%

MUNICIPIO 2

Roberta Capotosti 1,26%, Alberto Emilio Ciullini 38,49%, Samuele Piscina 43,13%, Juri Guaiana 2,08%, Milena Salandra 11,59%, Edda Milagros Pando Juarez detta “Edda” 3,45%

MUNICIPIO 3

Sabrina Giancola 3,57%, Caterina Antola 43,7%, Vincenzo Viola 38,81%, Luca Primi 0,61%, Pierluigi Riccitelli 9,55%, Claudio Marinoni 2,43%, Edoardo Maria Brunetti 1,33%

MUNICIPIO 4

Loredana Bigatti 41,19%, Federica giulia Besostri 2,08%, Michele Belvedere 10,48%, Fabrizio Vincenzo Marcello Sessa 1,08%, Fabrizio Draghi 3,57%, Paolo Guido Mario Giancarlo Bassi 41,6%

MUNICIPIO 5

Alessandro Peretti 1,82%, Adriana Paolini 0,32%, Alessandro Bramati 41%, Enea Mario Moscon 40,73%, Luciano Bagoli 3,33%, Emanuela Pongiluppi Eleuteri detta “Pongi” 0,99%, Massimo Palmisano 11,81%

MUNICIPIO 6

Santo Minniti 41,69%, Massimo Lorenzo Ripamonti 3,17%, Tiziana Garlato 2,03%, Piermario Sarina 40,2%, Massimo Dall’Occo 11,47%, Antonio D’Avolio 1,05%, Pellegrino Croce 0,39%

MUNICIPIO 7

Lorenzo Boati 39, 66%, Alessandro Giuseppe Brambilla Pisoni 2,71, Andrea Giorcelli 1,09%, Massimiliano Melly 1,83%, Marco Bestetti 42,33%, Daniele Beretta 11,35%, Tullio Trapasso 1,03%

MUNICIPIO 8

Filippo Costantini 2,13%, Alberto Arosio 11,03%, Alessandro Bescapé 3,41%, Luigi Caroli 0,65%, Igor Giancarlo Iezzi 40,21%, Simone Zambelli 41,57%

MUNICIPIO 9 

Giacinto Vito Carriero 1,49%, Claudio Sasso 12,92%, Andrea Quattrociocchi detto “Ciocchi” 3,82%, Stefano Indovino 38,92%, Michele Carulli 1,94%, Giuseppe Antonio Lardieri 40,91%

Tutti i risultati nel dettaglio sul sito del comune di Milano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.