Milano: Banco Farmaceutico consegna medicinali per l’ambulatorio solidale di Papa Francesco

Approfondimenti Milano Solidale

Milano 17 Marzo – È stata presentata oggi presso la sede della Fondazione Banco Farmaceutico onlus, in via Giovanni Lorenzini 10 (Milano), la destinazione dei 353.408 medicinali donati dai cittadini lo scorso 13 febbraio 2016 in occasione della XVI Giornata di Raccolta del Farmaco

A beneficiarne saranno i 1663 enti caritativi che su tutto il territorio nazionale sono convenzionati con il Banco Farmaceutico e ai quali si rivolgono le persone che non hanno soldi per poter acquistare medicinali per curarsi. In particolare, una parte dei farmaci sarà utilizzata per aiutare le persone che si recheranno presso l’ambulatorio solidale voluto recentemente da Papa Francesco sotto il colonnato di Piazza San Pietro a Roma.

Alla conferenza erano presenti Paolo Gradnik, presidente della Fondazione Banco Farmaceutico onlus, Anna Rosa Racca, presidente nazionale di Fedrfarma, Lucia Ercoli, responsabile dell’associazione Medicina Solidale (che si è collegata in videoconferenza), Alda Vanoni, presidente AVSI, e i rappresentati di Opera San FrancescoFratelli di San Francesco d’Assisi e Assistenza Sanitaria San Fedele, in rappresentanza dei 1663 enti convenzionati con Banco Farmaceutico che beneficeranno dei medicinali donati. 

La Giornata di Raccolta del Farmaco 2016 si è svolta in 1.683 Comuni di 101 provincie italiane con l’adesione di 3.682 farmacie e il sostegno fondamentale di 14.000 volontari. La provincia che ha raccolto più farmaci è stata quella di Milano (38.013 medicinali), seguita da Torino (23.840), Bergamo (14.056), Roma (13.578) e Varese (12.242). La tipologia di farmaco donato in maggiori quantità è quella degli analgesici e antipiretici (117.630 confezioni), a seguire antinfiammatori per uso orale (43.593), preparati per la tosse e malattie da raffreddamento (24.184) e farmaci per uso locale per dolori articolari e muscolari (13.806). 

La GRF 2016, è stata realizzata dalla Fondazione Banco Farmaceutico Onlus in collaborazione con BFReaserchFederfarma, FOFI CDO Opere Sociali, ha ottenuto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, il patrocinio di AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) e Pubblicità Progresso, l’utilizzo del logo del Giubileo della Misericordia, il sostegno di ASSOSALUTEDOC GenericiEG EuroGenericiIntesa SanpaoloTeva Italia, il supporto dei media partner Avvenire, TV2000, Gruppo 24 OreAgenzia SIR e la collaborazione della testata nazionale TGR e del Segretariato Sociale Rai. Nella Repubblica di San Marino ha ottenuto l’Alto Patrocinio degli Eccellentissimi Capitani Reggenti e il Patrocinio del Congresso di Stato e dell’Istituto per la Sicurezza Sociale.

Da quest’anno, inoltre, chi non ha trovato una farmacia aderente all’iniziativa ha potuto donare con Doline, l’applicazione realizzata da Banco Farmaceutico in collaborazione con la Fondazione Telecom Italia, grazie alla quale si possono acquistare da Tablet o Smartphone medicinali da banco.

“Siamo molto soddisfatti dei risultati raggiunti grazie alla generosità dei cittadini e all’impegno costante delle farmacie in favore delle persone più fragili e bisognose” afferma Annarosa Racca, presidente di Federfarma. “Le farmacie hanno dimostrato ancora una volta la loro capacità di essere un presidio territoriale a forte valenza sociale, sensibile alle esigenze dei più deboli e pronte a dare un aiuto concreto. Le iniziative di solidarietà sociale, tra le quali il Banco farmaceutico rappresenta ormai un’esperienza consolidata, stanno assumendo sempre maggiore importanza, tanto da suscitare anche l’attenzione delle Istituzioni politiche, che proprio in questi giorni iniziano a discutere le linee generali del testo di legge unificato sulla donazione e la distribuzione di prodotti alimentari e farmaceutici a fini di solidarietà sociale”.

“Un momento importante – aggiunge Paolo Gradnik, presidente della Fondazione Banco Farmaceutico onlus – quello di oggi, perché chiude il cerchio di un lungo lavoro che come ogni anno andrà a beneficio di tante persone, in particolare famiglie e anziani, che purtroppo versano ancora in condizioni difficili e che troppo spesso sono costrette a rinunciare al bene supremo, la propria salute. Siamo orgogliosi, inoltre, di contribuire all’iniziativa voluta da Papa Francesco di aprire un ambulatorio solidale su Piazza San Pietro, un gesto di vera misericordia al quale non potevamo rimanere indifferenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.