Corre a rifugiarsi dalla vicina dopo le botte del marito violento. L’uomo arrestato dai carabinieri

Lombardia

Milano 11 Febbraio – Rho, martedì mattina, al culmine dell’ennesima lite con il marito violento, si è rifugiata nell’appartamento della vicina da dove ha chiesto aiuto ai Carabinieri.

I militari della locale Stazione, giunti sul posto, hanno constatato la presenza di una donna in lacrime che, insieme al figlio 15enne, anch’egli contuso, ha raccontato di essere stata vittima della violenza del marito che, a fronte della richiesta di separazione, ha trasceso.

L’uomo, ancora fuori di sè, era all’interno dell’abitazione coniugale completamente devastata dalla rabbia esplosa in pochi attimi, ma si è arreso ai militari senza opporre resistenza.

La donna, di 37 anni, impiegata, ha raccontato di una vita di sofferenze, botte ed umiliazioni che ha tollerato per amore dei tre figli rispettivamente di 15, 13 e 12 anni, tutti presenti alla sfuriata paterna, in cui ha avuto la peggio il fratello maggiore che si è sentito in dovere di difendere la madre.

I Carabinieri hanno posto fine all’incubo: l’uomo, operatore sanitario 48enne, è stato arrestato ed accompagnato a “San Vittore”, mentre per la donna, particolarmente provata, è stato necessario il trasporto in ospedale, dove è stata curata per le ferite riportate. Ne avrà per 24 giorni. E’ andata meglio al ragazzo, che se l’è cavata con ferite più lievi e 10 giorni di prognosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.