Pasti scadenti, genitori in rivolta contro il servizio Milano Ristorazione

Milano

Milano 21 Gennaio – I genitori delle scuole Mattei, Carnovali e S.Uguzzone  sono esasperati. La questione riguarda l’insufficiente qualità della mensa. I pasti consegnati ai bambini sono giudicati scadenti in moltissimi casi. Giovedì scorso i genitori hanno deciso di protestare contro il servizio di Milano Ristorazione, definito indecente per alcuni aspetti. In particolare per evitare la pizza (fredda, gommosa, cruda come risulta dalle ispezioni della Commissione Mensa dal mese di settembre u.s.), ben 220 famiglie in rappresentanza di circa il 30 per cento degli studenti (una cifra oggettivamente altissima) hanno deciso di richiedere quel giorno la “dieta in bianco”, che prevede riso in bianco e pollo e carote lessati. La volontà era quella di lanciare un grido di protesta nei confronti dei responsabili del servizio e di evidenziare quanto siano immangiabili alcuni piatti. Il risultato è stato che Milano Ristorazione non è stata nemmeno in grado di offrire la dieta in bianco e che il pasto delle diete è stato presentato ai bambini 1 ora dopo l’arrivo della pizza. La protesta non riguarda solo la pizza, davvero indecente, ma in generale l’offerta complessiva dei pasti. I bambini ormai non sanno che cosa sia il pesce nè la carne in versione bistecca. Infatti la novità introdotta quest’anno è quella dei “cibi triti per evitare gli sprechi”. Quindi solo crocchette, polpette, bastoncini, insomma tutte pietanze in cui i prodotti sono tritati e agglomerati. Sarebbe interessante, tra l’altro, sapere la composizione di queste vivande. Si arriva al paradosso di alcuni bambini che pensano che carne e pesce siano pasti esclusivamente tritati. I bambini e i loro genitori segnalano inoltre che i pasti che dovrebbero essere caldi sono spesso freddi e quelli freddi assurdamente caldi (come, per esempio, i formaggi freschi). E’ incredibile e vergognoso che le famiglie siano costrette a una protesta cosi plateale, arrivata dopo mesi di lamentele e segnalazioni. Non è accettabile mandare i propri figli a scuola e vederli, spesso, tornare a casa lamentandosi del pranzo. Si riscontra dunque una seria non conformità alle regole sia nella presentazione che nel servizio offerto nelle mense. A seguito dei riscontri oggettivi sulla pessima qualità della pizza e della vibrante protesta dei genitori, sembra che Milano Ristorazione stia valutando la sostituzione del fornitore della pizza.

In ogni caso chiediamo dunque un’immediata ispezione in merito al servizio, un controllo costante sui pasti presentati nelle mense, un cambiamento dei menù, un’offerta alimentare varia. Non è possibile che i nostri bambini siano costretti a mangiare cibi scadenti e a subire un trattamento di questo genere. Il Comune cosa fa? E’ possibile che non si renda conto che risolvere questo problema è una priorità? Come mai la giunta perde giornate su progetti che non interessano minimamente ai milanesi e invece dimentica completamente di esaminare il servizio di milano ristorazione? Dove è l’amministrazione che tanto si vanta dei servizi offerti ai cittadini salvo stare in silenzio e nascondere l’inefficienza della società che si occupa del cibo dei bambini? Invitiamo Pisapia ad abbandonare le abitudini dei suoi pasti radical chic in centro e venire ad assaggiare la penosa pizza  e altri pasti che mangiano i nostri bambini.In allegato foto eloquenti di pizze e focacce crude date ai bambinifirma sardone
Silvia Sardone
IMG_3624
IMG_3625

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.