Regione Lombardia e Fondazione Cariplo investono sulla ricerca

Approfondimenti Lombardia

Milano 23 Ottobre – Attrattività, potenziamento dei laboratori/centri di ricerca, azioni di diffusione. Sono queste le tre linee d’azione lungo le quali si svilupperà la collaborazione tra Regione Lombardia e Fondazione Cariplo nel prossimi due anni e mezzo. L’assessore alle Attività produttive, Ricerca e Innovazione Mario Melazzini ha infatti firmato con il presidente di Fondazione Cariplo Giuseppe Guzzetti un Accordo di collaborazione che rinnova l’intesa già sottoscritte nel 2012. I nuovi progetti saranno finanziati con 7 milioni di euro (4 di Regione Lombardia e 3 di Fondazione Cariplo).

Il rinnovo dell’intesa con Fondazione Cariplo – spiega Melazzini – fa parte di un mosaico di iniziative legate alla ricerca che ha visto, nelle scorse settimane, la firma degli accordi istituzionali con il Consiglio nazionale delle Ricerche (Cnr), il Consorzio interuniversitario nazionale per la Scienza e Tecnologia dei materiali (Instm), il Consorzio Interuniversitario Cineca e l’Agenzia Spaziale Italiana). Tutto questo ci permetterà di realizzare nuove progettualità, iniziative di sviluppo e valorizzazione del capitale umano e di trasferimento dei risultati della ricerca“.

 “Abbiamo il dovere di sostenere la ricerca e i giovani ricercatori – ha detto Giuseppe Guzzetti, presidente di Fondazione Cariplo – Sono sicuro che un giovane, i giovani ci salveranno, con la loro innovazione, non solo dai problemi che il mondo genera, ma anche da quelli che noi tutti abbiamo lasciato sulle loro spalle. Questa visione ha permesso alla Fondazione di stipulare contratti di lavoro con 3.158 giovani scienziati, impegnati negli oltre 1.000 progetti di ricerca finanziati dal 2003 ad oggi“.

La ricerca e l’innovazione – prosegue Melazzini – sono punti prioritari e strategici per Regione Lombardia, che ha messo in campo strumenti per raggiungere l’obiettivo di raddoppiare entro il 2018 gli investimenti in questi settori oggi pari all’1,6 per cento del Pil. Per garantire risposte e risultati concreti è fondamentale una filiera che unisca centri di ricerca, università e imprese. Solo così le idee possono tradursi in trasferimento tecnologico e produzione“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.