Ad Expo vince la solidarietà per il Nepal: Donati 700.000 euro

Notizie in evidenza

Milano 24 Settembre – I visitatori di Expo hanno donato finora oltre 700mila euro per il Nepal. Entro la fine dell’esposizione universale si punta ad arrivare a un milione di euro, che verra’ usato per ristrutturare l’antico tempio di Kasthamandap, da cui si ritiene derivato il nome della capitale Kathmandu e una delle piu’ importanti attrazioni turistiche del Nepal. Questo l’obiettivo della raccolta fondi avviata sul sito per il Paese colpito dal terremoto lo scorso 25 aprile, e presentato oggi in occasione del national day nepalese. Nelle due teche, poste una al padiglione del Nepal e una lungo il Decumano, finora i visitatori di Expo hanno infilato offerte che hanno superato i 700mila euro. “L’obiettivo che vorremmo raggiungere – ha detto il direttore di Padiglione Italia, Stefano Gatti, in conferenza stampa con il ministro del Commercio del Nepal Sunil Bahadur Thapa – e’ quello di un milione di euro entro fine ottobre. Il nostro appello ai visitatori e’ di continuare a contribuire alla raccolta fondi, e anche a tornare a visitare il Nepal, perche’ l’industria turistica del Paese e’ di nuovo in piedi”. Si e’ detto “toccato dal fatto che Expo si e’ attivato subito per la raccolta fondi” il ministro del Commercio nepalese, per il quale la somma raccolta sul sito “e’ un dono per recuperare un nostro tempio antichissimo” e “una pietra per ricostruire e per il rapporto fra il popolo nepalese e quello italiano”. Una “destinazione precisa” per i fondi raccolti a Expo “che non verranno usati per altri interventi ma solo per la ricostruzione di quel tempio, per giustificare un uso corretto del fondo”. Il Nepal, ha detto “ha passato un periodo difficile ma non ha perso la speranza di raggiungere l’obiettivo di diventare un paese sviluppato entro il 2022”, e anche per questo “siamo concentrati anche sul patrimonio culturale”. Quanto al padiglione a Expo, le autorita’ nepalesi si augurano “di poterlo lasciare in Italia, come segno di amicizia” e a ringraziamento “di avere supportato il Nepal in questo periodo difficile”.

(OmniMilano)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.