Anch’io vivo un’emergenza casa. Posso sperare di entrare nella lista di case disponibili voluta da Majorino per i profughi?

La voce dei lettori Milano

Milano 16 Settembre – Caro Direttore, vorrei tanto sapere quanti hanno risposto all’invito del divino Majorino circa l’ospitalità ai profughi da parte dei milanesi. E non è una domanda fatta per curiosità, ma perché anch’io ho bisogno di una casa e rappresento un’emergenza. Scrive Majorino «Vari di voi ci scrivono circa la possibilità di mettere a disposizione le proprie case per ospitare i profughi. A Milano la cosa è molto complicata perché noi, qui, ci occupiamo soprattutto di non richiedenti (e quindi di non identificati). Tuttavia iniziamo a dare un indirizzo a cui poter scrivere: casesolidali@comune.milano.it qui potete segnalare la vostra eventuale disponibilità. Mi raccomando: mettete pure qualche riga su quanto sareste disposti a fare (tempi, posti etc). E non dimenticate di segnalare un vostro numero di telefono».

A parte il fatto che evidentemente il Comune non sa più dover sbattere la testa, a parte il fatto che la richiesta evidenzia l’incapacità di porre in atto una strategia d’accoglienza costruttiva, vorrei anche sapere per curiosità Majorino quali e quanti spazi ha messo a disposizione. E se il buon cuore di Milano è noto, non so quanto convenga o sia pericoloso accogliere un profugo di cui non si sa praticamente nulla, che magari è pieno di pretese nel cibo ecc.ecc. o addirittura un criminale come è successo a Catania.  Lo so, qualcuno obietterà che non è questo lo spirito con cui si deve accogliere, ma un po’ di prudenza non guasta. E se l’intenzione è quella di istituire un albo di persone disponibili a ospitare chi vive una situazione difficile, cioè anche chi vive in una casa Aler inagibile per l’incuria e l’abbandono dell’azienda che colpevolmente non interviene a sanare l’appartamento, mi si dica come fare per mettermi in lista, sperando di non essere l’ultima, dopo i profughi, i Rom, i clandestini e non so chi altro. Cordialmente

Carolina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.