Idroscalo campionato mondiale di canoa

Cultura e spettacolo

Milano 19 Agosto – Canoa (e paracanoa) mondiale all’Idroscalo. Fino a domenica quattro giorni di pagaiate tra i più forti canoisti in circolazione a caccia delle medaglie che contano. Sarà sfida tra azzurri, americani, inglesi, francesi, i fortissimi canadesi ma anche i cubani che sembrano la forza emergente di questa specialità. Sarà lotta spalla a spalla per mettere la punta delle propria barca davanti a quella degli avversari. E così Milano finisce sotto i riflettori per un evento di primissimo piano che verrà trasmesso in diretta in centinaia di Paesi collegati. E non solo tv, ma anche carta stampata, radio, internet e social con giornalisti accreditati ad oggi da Brasile, Stati Uniti, Russia, Canada, Germania, Inghilterra, Francia, Azerbaijan, Kazakistan, Slovacchia, Polonia e Ungheria tanto per fare qualche nome. Idroscalo sotto i riflettori ma anche «blindato» con poliziotti, carabinieri e vigili urbani di Milano e provincia chiamati a garantire un mondiale dove ci sono anche Paesi a rischio: «Alcune delegazioni straniere – accennano dall’Arma dei carabinieri – hanno manifestato particolari esigenze di sicurezza, da noi affrontate con servizi di tutela ad hoc». Si tratta della più rilevante manifestazione canoistica dell’anno e, dopo i Mondiali di velocità del 1999, gli Europei del 2001 e del 2008, i Mondiali di Canoa Polo del 2010 e la Coppa del Mondo sempre di velocità dello scorso anno, è la quinta volta che un evento di questa portata si disputa sulle acque del bacino milanese. Un mondiale che determinerà tra l’altro anche le qualificazioni per le Olimpiadi di Rio del 2016 anche per la categoria paralimpica. In città attese oltre 2500 persone tra atleti, allenatori e dirigenti in rappresentanza di 100 nazioni con un numero stimato di spettatori che supererà le 14mila presenze nei giorni di gara. Tutto pronto per il via. Sul campo di gara il Comitato Organizzatore, la Federazione Italiana Canoa Kayak, supportata dall’Unità Organizzativa Protezione Civile stanno mettendo a punto gli ultimi dettagli organizzativi con l’aiuto dei volontari della Colonna Mobile, dell’Associazione Nazionale Alpini e del Corpo Volontari di Protezione Civile del Parco del Ticino.

Numerosi gli eventi collaterali che affiancheranno batterie, semifinali e finali. Una serie di iniziative organizzate dalla Federazione per far scoprire lo sport della canoa con giornate di promozione cittadina, che serviranno ad avviare i più giovani allo sport, invitando famiglie e ragazzi a visitare l’Idroscalo da oggi a domenica. Previsto anche campus di 10 giorni, riservato ai ragazzi dagli 8 ai 14 anni del Centro Sportivo Italiano promosso da Kinder + Sport all’interno del parco Idroscalo che sensibilizzerà i più piccoli alla corretta pratica sportiva, al rispetto della natura e ai principi della sana alimentazione. (Il Giornale)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.