Dopo le piogge arriva Troy portandosi via l’estate

Notizie in evidenza

Milano 17 Agosto Un vero assaggio d’autunno con temperature in calo anche di 10 gradi. La torrida estate, la più torrida da oltre duecento anni sarebbe al suo termine e pronta ad entrare negli annali.

E’ in arrivo Troy, ciclone travestito da cavallo di Troia l’assassino dell’estate. Non si è ancora palesato appieno ma nei prossimi giorni si fara’ sentire. Anche ieri ci sono state delle vere bombe d’acqua, come  su Roma ed in altre località del centro sud. “Finora siamo stati sotto la protezione dell’anticiclone africano, perché quello delle Azzorre che ci portava le belle estati calde di giorno e piene di brezza la sera è praticamente sparito. troyE la differenza non è da poco: quando l’aria che viene dall’Africa scorre sulla superficie del mare Mediterraneo si carica di umidità e invece del secco del Sahara ci arriva l’umido insopportabile che abbiamo subito in queste settimane”, afferma in un’intervista all’Huffpost il meteorologo Antonio Sanò, fondatore di ilmeteo.it.

Il meteo per questa settimana – Da oggi ampie schiarite su tutto il settentrione, ma con rinnovati annuvolamenti nelle ore centrali della giornata su tutto il settore alpino e prealpino dove arriveranno dei rovesci e degli isolati temporali nelle ore pomeridiane. Nubi che tenderanno ad aumentare nuovamente anche sull’appennino e sul levante ligure, con possibilità di qualche breve piovasco. Nel tardo pomeriggio e nella serata isolati temporali potranno raggiungere anche le zone pianeggianti del Friuli Venezia Giulia e del Veneto. Centro e Sardegna: nubi sparse nelle prime ore del giorno sulla Toscana e sull’Umbria, con possibilità di isolati rovesci o temporali cui però seguiranno delle schiarite. Cielo sereno o poco nuvoloso sul resto del centro peninsulare, ma con sviluppo di nubi sui rilievi nelle ore centrali della giornata e con isolati rovesci pomeridiani. Nubi irregolari e isolate piogge sulla Sardegna occidentale, con prevalenza di schiarite invece sul settore orientale dell’isola.

Sud e Sicilia: nuvolosità variabile sul basso versante tirrenico, con qualche rovescio a ridosso dei monti più prossimi alla linea di costa. Poche nubi sul resto del sud, ma con addensamenti a tratti più consistenti sulla Puglia, dove saranno possibili ancora delle piogge nelle prime ore della giornata e, più in generale, sulle zone appenniniche, dove nelle ore calde del giorno torneranno a svilupparsi delle nubi imponenti, localmente all’origine di rovesci o temporali pomeridiani. Martedì invece si registrerà un’ instabilità al nord, con rischio di pioggia inizialmente limitato ai monti ma poi esteso anche alla pianura ed alle coste nel pomeriggio e nella serata. Tempo più stabile e con soleggiamento più diffuso sulle regioni centrali e meridionali, pur con passaggio di velature e con annuvolamenti in area appenninica. Temperature in aumento, venti mediamente occidentali e moto ondoso più accentuato per i mari ad ovest della penisola. Mercoledì ancora tempo incerto per le regioni settentrionali, pur con piogge limitate alla mattinata e con successivo miglioramento nel pomeriggio. Tornano ad aumentare le nubi e le probabilità di pioggia anche per le regioni centrali e meridionali, specie tra Toscana, Lazio, Sicilia e Calabria. Temperature stazionarie o in locale diminuzione; venti occidentali o meridionali e moto ondoso ancora generalmente più consistente per i bacini occidentali. Infine condizioni di spiccata variabilità, con probabilità di pioggia più elevate al centro-sud per la giornata di giovedì e sulle regioni di nord-est per quella di venerdì.

Mario Valenza (Il Giornale)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.