Se vuoi un prestito, dimmi che amici hai su Facebook

Economia e Politica Società

Milano 8 Agosto – Com’è noto, Facebook utilizza da anni i dati dei propri utenti a fini pubblicitari ma ancora non è chiaro se intenderà farne uso anche in ambito finanziario. I brevetti non sempre vengono effettivamente trasformati in progetti reali.

Alcune startup come Affirm, che si rivolge in modo particolare ai giovani per erogare credito, prendono, però, già in considerazione i dati dei social network per la valutazione dell’affidabilità di un cliente.

Tuttavia, l’impiego di questo criterio potrebbe avere risvolti discriminatori e far ricadere su un utente colpe che sono di altri e non sue. Potrebbe anche portare qualcuno ad escludere un amico dalla propria rete di Facebook perché non ha i requisiti giusti per ottenere un prestito. (La Stampa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.