Majorino: con M5s più forti, vinceremo. Peluffo “Qatargate non avrà ripercussioni”

Lombardia

E’ doveroso relazionare i toni trionfalistici di Majorino, quel “vinceremo” in tasca. In ogni momento dell’alleanza di sinistra che più di sinistra non si può, per notare il legame elettorale con lo scotch che li lega, le contraddizioni interne tra partiti, la volontà di rendere credibile un’accozzaglia di idee.

“Il nostro è un accordo sul futuro della Lombardia e siamo più forti di prima. La verità è che dopo 28 anni la partita è veramente aperta”. Lo ha detto il candidato del centrosinistra alla presidenza della Lombardia Pierfrancesco Majorino, a margine della conferenza programmatica del Pd lombardo che si è tenuta allo Scalo Farini, in merito all’accordo con il Movimento 5 Stelle. “Al di là dei programmi c’è una considerazione di fondo: dobbiamo costruire l’alleanza più forte possibile per cambiare in Regione Lombardia e, anche per questo, estenderemo ulteriormente l’alleanza con una lista civica che conterrà delle sorprese significative che daremo in questi giorni. – ha proseguito Majorino – Poi per quello che riguarda le questioni più legate al programma c’è un’intesa sul tema della sanità, per la ricostruzione di un sistema sanitario non discriminante e scelte importanti anche rispetto al lavoro, all’impresa, all’ambiente, alle infrastrutture: insomma è una buona proposta che sarà inserita nel programma di coalizione che stiamo costruendo”. A chi gli chiedeva se avesse sentito il leader Cinque Stelle Giuseppe Conte, Majorino ha risposto: “No, in questa fase ci siamo relazionati con i referenti locali”.

“No”, l’inchiesta ‘Qatargate’ non avrà ripercussioni sulla nostra campagna elettorale. “Penso che quello che è successo a Bruxelles sia terribile, vergognoso e credo che la reazione del Pd sia stata netta. Ieri la Commissione nazionale di garanzia ha deciso che chiunque venga in qualche modo coinvolto verrò subito sospeso, perché il Pd non fa sconti a nessuno”. Così il segretario del Pd lombardo, Vinicio Peluffo, a margine dell’incontro elettorale del candidato Pierfrancesco Majorino allo Scalo Farini.

“Siamo soddisfatti che si sia raggiunto l’accordo con il M5S in Lombardia che ci rende sicuramente più competitivi in questa tornata elettorale”. Lo dichiarano Paolo Matteucci, segretario regionale Sinistra Italiana ed Aldo Guastafierro e Cristina Ganini, co-portavoci regionali Europa Verde. “Molti sono i temi a noi cari che hanno coinciso con le richieste dei loro rappresentanti regionali: dalla sanità pubblica, alla difesa dell’ambiente con una migliore gestione del tema dei rifiuti passando dall’edilizia popolare e da maggiori investimenti in tema di trasporto pubblico locale. Alleanza VerdiSinistra e Reti Civiche ha fatto da sponda alle loro richieste e siamo sicuri di avere nel M5S un solido alleato per le battaglie politiche a noi più care”, concludono Matteucci, Guastafierro e Ganini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.