Politiche giovanili. I quartieri Corvetto e Rogoredo si trasformano in set con “Cinemadamare”.

Cultura e spettacolo

Dal 27 luglio al 2 agosto, 60 giovani filmmaker provenienti da oltre 40 Paesi del mondo realizzeranno cortometraggi su Milano

 Saranno i quartieri Corvetto e Rogoredo a ospitare la ventesima edizione di Cinemadamare, raduno di giovani filmmaker provenienti da tutto il mondo, che dal 27 luglio al 2 agosto farà tappa a Milano. È la seconda volta consecutiva che la rassegna si ferma nel capoluogo lombardo.  Realizzato con il sostegno di Fondazione Cariplo, nell’ambito del progetto “LaCittàIntorno”, e con il patrocinio dell’UNESCO e del Comune, Cinemadamare è un campus itinerante di produzione e di formazione per la cinematografia e per l’audiovisivo, organizzato in partnership con 51 università e scuole di cinema di tutti i continenti. Dura più di tre mesi e ospita oltre 220 giovani cineasti. Iscrizioni, spostamenti in pullman da una città all’altra e pernottamento per chi partecipa a più settimane di campus in tour per l’Italia sono gratuiti.  Alla tappa di Milano sono previsti 60 filmmaker da più di 40 Paesi.  Per una settimana, il Corvetto e Rogoredo diventeranno un enorme set a cielo aperto: i ragazzi non solo gireranno qui i loro film, ma vivranno anche nel Municipio 4. Collaborazione, lavoro e sostegno reciproco sono i valori alla base della kermesse. Il campus coinvolgerà i giovani della zona facendoli diventare, attraverso le loro storie e i luoghi che frequentano, protagonisti, comparse e assistenti nei film che saranno girati nel corso della manifestazione.  La base operativa sarà la sede della Cooperativa  “La Strada”, dove saranno allestite le sale montaggio, e i filmmaker che arrivano da fuori città saranno alloggiati presso gli spazi dell’Associazione Rogoredo84. Quest’anno il tour della Carovana di Cinemadamare è partito l’11 giugno da Roma e terminerà il 16 settembre: ogni settimana si ferma in una città diversa, toccando otto regioni, dalla Lombardia alla Sicilia. Ad ogni tappa i ragazzi realizzano dei cortometraggi, raccontando i luoghi che li ospitano. Totalmente liberi i temi che potranno essere trattati – dalla multiculturalità al cibo – e il genere del film.  Chiunque potrà unirsi al gruppo, anche a tour avviato.  I ragazzi e le ragazze di Milano interessati a partecipare possono presentarsi direttamente al Production Meeting, l’incontro iniziale della rassegna, che si terrà il 28 luglio, alle ore 10, nella Sala Riunioni di Palazzo Reale. Da lì comincerà la realizzazione dei corti: i ragazzi si organizzeranno in troupe, mettendo insieme ognuno la propria attrezzatura, e produrranno dei film della durata massima di 10 minuti.   Il 2 agosto i prodotti realizzati saranno proiettati nel corso di una serata aperta al pubblico e i migliori lavori saranno premiati, a conclusione della “weekly competition”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.