La comica chiusura di Macao e nuovi disastri annunciati

Fabrizio c'è Milano

Macao ha annunciato il suo abbandono delle palazzine occupate abusivamente 9 anni fa.

In 9 anni non hanno mai ricevuto la visita di un poliziotto o di un finanziere nonostante decine di denunce. Io ad esempio ho fatto mettere a verbale del Consiglio Comunale tutti i reati che si commettevano lì ogni fine settimana: evasione fiscale, allacciamenti abusivi, abusi edilizi, violazioni di norme sanitarie, Siae, di sicurezza e commerciali, spaccio ed esercizio abusivo di varie attività.

Macao è stato costretto ad abbandonare i locali da un gruppo di migranti violenti che si sono stabiliti in una palazzina lì vicino e che, fiutato il business illegale, volevano taglieggiare i ragazzotti del centro sociale.

Gli organizzatori di Macao, e qui siamo alle comiche, hanno persino chiamato le forze dell’ordine, per evitare quotidiane sopraffazioni.

Il Comune e il Sindaco di fronte a questa vicenda sono rimasti muti manco fossimo a Corleone. I ragazzi di Macao sono loro grandi elettori ma nemmeno si può mettere nero su bianco che i migranti che occupano demanio pubblico sono violenti e dediti al pizzo e allo spaccio.

E allora facciamo una previsione: nelle palazzine di Viale Molise rimarranno i migranti violenti che semineranno il panico nel quartiere, mentre Macao occuperà a brevissimo qualche altro immobile comunale. Scommettiamo che presto e senza alcuna resistenza del Comune la Macao SPA potrà proseguire le sue attività esentasse in qualche immobile incustodito di proprietà comunale o di qualche privato che vuole fare accordi col Comune?

1 thought on “La comica chiusura di Macao e nuovi disastri annunciati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.