Aeroporto Malpensa – Arrestato corriere con 14 kg di eroina

Cronaca

I funzionari ADM e i militari della Guardia di Finanza del Gruppo di  Malpensa, durante i controlli sui passeggeri in arrivo dai paesi extra UE, hanno tratto in arresto  un passeggero di nazionalità nigeriana proveniente da Abuja (Nigeria) via Addis Abeba  (Etiopia), che, dopo un approfondito controllo doganale, è stato trovato in possesso di circa 14  chili di eroina, occultati all’interno dei bagagli da stiva.  Gli operanti, insospettiti dal comportamento equivoco tenuto dal transitante nel corso dei  preliminari accertamenti, a fronte delle risposte evasive fornite alle domande di rito, decidevano  di estendere l’ispezione ai bagagli a seguito.   In tale circostanza, grazie all’ausilio di uno scanner in uso negli spazi aeroportuali, è stato  possibile appurare la presenza nelle valigie di 113 involucri di forma sferica, ricoperti da  terriccio misto a spezie, contenenti la sostanza stupefacente.   L’esame della medesima, condotto grazie ai narcotest, ha confermato trattarsi di eroina. Si è  proceduto, quindi, al sequestro della stessa, del peso complessivo di 14 kg circa.  Il corriere è stato tratto in arresto in flagranza di reato per violazione dell’art.73 DPR 309/90 e,  dopo aver notiziato l’Autorità Giudiziaria di Busto Arsizio, tradotto in carcere.  Da rilevare come l’elevato grado di purezza della droga sequestrata avrebbe consentito di  realizzare circa 30.000 dosi, con un ingente ritorno economico stimabile in oltre 400.000 euro.  La descritta operazione evidenzia la costante attività di controllo e la sinergia operativa tra  Agenzia Dogane e Monopoli e Guardia di Finanza nell’ambito delle funzioni stabilmente  affidate alle Istituzioni quale organi di polizia giudiziaria a competenza generale, che contrasta  in ogni modo l’introduzione nel territorio delle Stato di ingenti quantitativi di droga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.