Perché? Carabinieri torturano, clandestini stuprano, 700 famiglie sfrattate, De Luca insulta il Nord?

Milano

E’ un mondo di perché oggi a cui è difficile dare risposte, ma martellano con insistenza per trovare una ragion d’essere che giustifichi e renda plausibile un avvenimento. Ma sì cominciamo dalla vergogna della caserma di carabinieri a Piacenza, sede di torture, droga, prevaricazione inqualificabile. Hanno immediatamente sospeso le mele marce per restituire dignità a un corpo di ordine pubblico che aveva sfregiato l’etica di chi dovrebbe difenderci. Perché? Hanno arrestato l’autore dello stupro al Monte Stella: è un clandestino senegalese senza fissa dimora che gira indisturbato in una Milano senza controlli. Perché succede continuamente? A Milano, in via Tolstoj, 700 persone sono a rischio sfratto perché gli immobili in cui vivono in affitto (con giardino, area giochi, parcheggio per biciclette e ascensori) non rispondono al “cambiamento” in corso a Milano e secondo la proprietà vanno riqualificati, buttati giù e ricostruiti. E così, mentre a maggio l’Italia era ferma, la società Reale Group decideva per “un obiettivo sostenibile” Sostenibile per chi? Opinioni che nel futuro di Sala hanno un senso? Si fa in fretta a parlare di grenn, ma si fa anche in fretta a diventare clochard, considerata la penuria di case popolari, la presenza, certifica Milano Fanpage, di anziani, disabili, famiglie monoreddito, quando c’è.  Non si risolve il problema casa inforcando una bici su una pista ciclabile. E da ultimo Vincenzo De Luca, volgare e spietato in questo momento di dolore  “Milano, Bergamo e Brescia non si fermano e poi contano a migliaia i morti”  Un’offesa e un disprezzo che non rispetta la tragedia di nessuno. Ma la Campania non è una zona franca. Libero riporta i dati  “Nella settimana tra il 15 e il 21 luglio ci sono stati 60 nuovi contagiati con un incremento di 28 casi rispetto alla precedente settimana. Dopo la  Lombardia (+184), Veneto (+172), Lazio (+46), Liguria (+44), Piemonte (+35) e Toscana (+30) c’è al settimo posto proprio la Campania che supera tutte le altre regioni del sud. Dall’inizio della pandemia la Campania ha avuto 4.858 casi e 434 vittime che la colloca all’11mo posto rispetto alle altre Regioni. Complessivamente ha effettuato 316.191 tamponi. Per avere un’idea della differenza la Lombardia ha effettuato 1.217.829 con 95.633 accertati; il Veneto 1.138.625 con 19.707 accertati” De Luca si difende attribuendo la frase infelice alla volontà di dire una battuta. Anche questa è già campagna elettorale?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.