La Regione in aiuto dei tassisti: presentata mozione per stanziare risorse per la categoria

Lombardia

Dopo le vibranti proteste portate avanti dai tassisti nei giorni scorsi, denunziando la profonda crisi del settore per le conseguenze del coronavirus  e il drastico calo di clienti e di introiti, la Regione è ora pronta a stanziare risorse per venire in loro aiuto.

La Lega ha preparato una mozione, firmata dai consiglieri Massimiliano Bastoni, Andrea Monti e Silvia Scurati, con la quale impegna la Giunta regionale «a stanziare aiuti economici per superare la crisi del settore del trasporto pubblico non di linea causata dall’emergenza sanitaria».

Come hanno spiegato  i tre consiglieri del Carroccio «La Commissione regionale Trasporti ha svolto numerose audizioni con le rappresentanze sindacali della categoria cercando di farsi parte attiva nella risoluzione delle problematiche dei tassisti. La ripresa dell’attività necessita ancora di alcuni mesi per tornare al regime pre-Covid-19 ed è necessario predisporre ulteriori misure economiche a tutela del comparto. Ecco perché chiediamo alla Giunta di intraprendere azioni finalizzate ad un percorso di sostegno al trasporto pubblico non di linea -proseguono i leghisti -attraverso misure economiche specifiche in conto capitale da individuarsi, attraverso la commissione consiliare, con le rappresentanze di categoria. Dobbiamo affrontare con velocità la questione e soprattutto capire come fare per far ripartire l’utilizzo del mezzo taxi tra i cittadini. Con questo trend rischiano seriamente di sparire dal trasporto pubblico».

 La mozione potrebbe essere discussa già oggi in Consiglio regionale o, al più tardi, settimana prossima, l’accordo c’è già e quindi sarà  approvata senza sorprese, anche se ancora non si conosce l’entità delle risorse che si potranno mettere a disposizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.