Piazza Tirana: operaio muore schiacciato sotto i detriti in cantiere M4

Cronaca

Un operaio,  di 42 anni, al lavoro nel cantiere della nuova linea 4 della metropolitana di Milano è morto dopo esser rimasto schiacciato da un blocco di cemento a 18 metri di profondità.

Secondo quanto riferito dal 118, che lo ha soccorso sul posto con manovre di rianimazione, l’uomo è stato trasportato al San Carlo già in arresto cardiocircolatorio ed è morto subito dopo il ricovero.

L’incidente è avvenuto alle 18.40 di ieri in piazza Tirana. Sul posto anche i carabinieri e i vigili del fuoco.

“La tragica morte di Raffaele Ielpo, è motivo di profondo dolore. Siamo tutti vicini alla famiglia, ai colleghi e agli amici, ai quali esprimiamo il nostro sentito cordoglio” afferma Gianluca Comazzi, capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale. “In attesa che le autorità facciano chiarezza sulla dinamica esatta dell’incidente ci stringiamo attorno alle persone colpite da questo lutto. La politica tutta, senza distinzioni, ha il dovere di garantire la massima sicurezza sui luoghi di lavoro. Eventi drammatici come quello di stasera rappresentano una ferita per la città di Milano e per il nostro Paese”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.