Piazza Repubblica monumento alla incapacità di Sala e Granelli

Fabrizio c'è Milano
Ne parlo da mesi ma adesso se ne sono accorti tutti. Parlo dell’incrocio di Piazza Repubblica oramai  monumento alla incapacità della Giunta Sala.
Qui è stato aggiudicato un appalto da 1.3 milioni per realizzare una pista ciclabile di 300 metri che collega le piste esistenti su Bastioni e Vittor Pisani.
Il cantiere, più volte prorogato, è durato più di 2 anni e mezzo (per 300 metri!!) essendo partito ad aprile 2016. Gli operai si vedevano poco, ancora meno i tecnici comunali che dovrebbero vigilare sui lavori svolti. Prova ne sia che hanno piazzato 350 pali, moltiplicando cartelli e segnaletica senza il minimo coordinamento.
L’abbandono del  cantiere  ha creato intralci  alla circolazione. Negli ultimi giorni però la situazione è precipitata: i nuovi semafori venivano installati da 2 operai e non funzionavano, mentre una decina di vigili dirigeva il traffico.
Il restringimento di Viale Montesanto e di Bastioni ha provocato file e congestione del traffico da Piazza Oberdan a XXV Aprile. Ogni pomeriggio un inferno.
Tassisti, residenti, ripetuti interventi in Consiglio Comunale del sottoscritto, ma Granelli non é mai intervenuto. Eppure è impensabile che né lui né il Sindaco siano mai passati da quello snodo.
In pratica per fare una una pista ciclabile inutile (nessuno la fa in salita verso i bastioni preferendo i giardini) ci hanno messo 2 anni e mezzo e hanno ristretto un punto nevralgico del traffico. Così si produrrà molto più inquinamento oltre ai disagi.
L’atteggiamento del Comune  però è  compiaciuto: forse  pensano che se la gente rimane imbottigliata magari poi prenderà i mezzi pubblici o la bici come nei loro desiderata.
Piazza Repubblica è oggi un autentico monumento allo spreco di denaro, alla incapacità di seguire i cantieri, alla ossessione anti auto di questa Giunta.

4 thoughts on “Piazza Repubblica monumento alla incapacità di Sala e Granelli

  1. Molto bene, l’articolo mi trova totalmente d’accordo.
    Mi chiedo pero’ :
    supponendo che Milano sia governata, fra 3 anni da Forza Italia, con buona maggioranza, avremo il coraggio di RIPRISTINARE, nel modo piu semplice, veloce, economico e longevo i danni che pisapia e sala con le loro giunte hanno provocato?
    Saremo in grado di parlare CHIARO su tutti gli interventi di questo tipo e sui tempi d’attuazione durante la prossima campagna elettorale?
    Cioe’ ad esempio: come Forza Italia sono contrario e faccio un presidio contro la chiusura di Piazza Castello, oppure l’AreaC. In campagna elettorale, nonostante siano passati anni, me ne ricordo e dichiaro che aboliro’ questi provvedimenti. Perche’ diversamente e’ come dire: “alla fine avevano ragione loro”.
    Io, personalmente, alle prossime elezioni, se non vedro’ questo tipo di semplicita’ e chiarezza in campagna elettorale annullero’ la scheda. Migliaia di altri cittadini aventi il diritto di voto iinvece secondo me faranno la stessa cosa che han fatto l’ultima volta e diranno: “ma chi me lo fa fare di andare a votare?”.

  2. Giunta d invasati contro le auto. Tanto i soldi li mettiamo noi! E adesso vogliono partire con le 5 vasche che chiamano “riapertura dei navigli” che per decine di motivi sono un insulto all intelligenza, alla viabilità e all economia della nostra amata città. Mobilizziamoci tutti contro questi incapaci invasati!!

  3. Sono triste…… perché mi rendo conto, una volta di più, che siamo amministrati da gente incapace, che dimostra totale disprezzo per il denaro pubblico, che pensa solo a perseguire oscure politiche di partito.. Gente arrogante , deboli con i forti e forti con i deboli, miopi, menefreghisti, sempre disposti a fare i froci col culo degli altri….. che squallore!!!!!

  4. Sono un taxista da 36 anni se passa la riforma a giugno sono in pensione. Il cantiere di Repubblica è scandaloso , ma in questi 36 anni ne ho visti tanti ,troppi : e di giunte di tutti i colori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.