“Esplosioni” alla Scala di Milano. Un concerto di giovanissimi orchestrali al MITO SettembreMusica

Cultura e spettacolo

“Esplosioni” è un titolo più che appropriato per il concerto che si è tenuto al Teatro alla Scala di Milano, nell’ambito del festival MITO SettembreMusica.

Iniziato il 3 settembre scorso il Festival, non vuole essere solo un “ponte” tra due grandi città, come Milano e Torino, ma desidera offrire nei 16 giorni di manifestazione con i suoi 125 concerti, di cui 62 a Milano, la possibilità al grande pubblico di partecipare,  a prezzi contenuti, a concerti di grandi compositori del passato e del presente.

L’Orchestra dell’Accademia Teatro alla Scala, sotto la direzione di Vladimir  Fedoseyev, ha eseguito sabato 15 settembre 2018 musiche di Dmitrij Šostakovič, Pëtr Il’ič Čajkovskij e  Sergej Rachmaninov.

Dal 1840, anno della Russia zarista, al 1975, in pieno regime sovietico che ha costretto  molti talenti all’esilio in terre lontane, la composizione musicale russa ha subìto diverse evoluzioni.

Le musiche del periodo proposte durante la serata, sono state scelte in tema con il festival di quest’anno dedicato alla danza. Partiture scritte per sottolineare in modo gioioso il movimento  per  infondere, con un ritmo serrato, allegria nell’animo dell’ascoltatore, quasi a voler esprimere un inno alla vita.

Le note di valzer, polka, galop e di “allegro”  sono risuonate nel tempio milanese della musica eseguite da  settantacinque giovani musicisti di grandissimo talento con altrettanta maestria.

L’assolo della affascinante violoncellista  Miriam Prandi ha riscosso una decina di minuti di entusiasti applausi, tanto da convincerla a concedere un bis di rara bravura.

Il secondo concerto tenutosi alla Scala durante il Festival, secondo solo in ordine temporale, è stato eseguito dai componenti dell’Orchestra dell’Accademia Teatro alla Scala, giovani sui 24 anni che si trovano alla fine del primo anno del biennio di studi in Accademia. Si tratta di un percorso che permette di approfondire il repertorio sinfonico, operistico e di balletto, sotto la guida delle Prime Parti dell’Orchestra del Teatro alla Scala e dei più grandi direttori d’orchestra del mondo.

L’impegno e la perseveranza dimostrato da questi giovani, che hanno eseguito con tale maestria le musiche dei grandi compositori russi,  fanno ben sperare per il loro futuro.

http://www.mitosettembremusica.it/

Ersinija Galin

1 thought on ““Esplosioni” alla Scala di Milano. Un concerto di giovanissimi orchestrali al MITO SettembreMusica

  1. Ho assistito al concerto alla Scala e il bis concesso dalla violoncellista Miriam Prandi, in cui addirittura cantava, mi ha lasciata senza parole. Vorrei conoscere se possibile il nome e l’autore del brano eseguito grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.