Morgan non paga gli alimenti e Asia Argento gli fa pignorare la casa

Cronaca

Milano 30 Dicembre – All’asta l’appartamento del cantante Morgan, al secolo Marco Castoldi. Proprio pochi giorni fa l’artista monzese era salito alla ribalta della cronaca per avere avviato online la vendita di alcuni suoi oggetti fra cui un paio di magliette usate, alcuni dischi di vinile e anche la bozza originale di una delle sue canzoni più famose, «Altre forme di vita». Tuttavia, questa volta, la vendita all’asta dell’appartamento del fondatore dei Blue Vertigo non ha niente a che vedere con un’iniziativa personale, ma è stata decisa dal Tribunale di Monza poiché l’artista brianzolo non pagherebbe più gli alimenti della figlia avuta con Asia Argento. L’appartamento si trova a Monza in via Adamello 8, non lontano dalla nuova caserma dei Vigili Fuoco. Conta oltre 150 metri quadrati di superficie e un box doppio di 15,40 metri quadrati. Il prezzo a base d’asta deciso dai giudici è di 328 mila euro.

L’ex coppia ha fatto parlare di sé in questi ultimi mesi anche in riferimento allo scandalo molestie scatenato dalla figlia di Dario Argento che ha travolto il produttore hollywodiano Harvey Weinstein. Rivelazioni che però sono state attaccate e criticate da Morgan. Segnale, forse, di una frattura oramai non più ricomponibile apertasi all’interno di una delle coppie più alternative del mondo dello spettacolo italiano. Il punto di non ritorno è stato raggiunto con la richiesta di pignoramento avanzata da Asia Argento, rappresentata dall’avvocato Samantha Luponio, della casa dove vive Morgan. Il Tribunale civile di Monza ha accolto l’istanza e ha disposto la vendita dell’appartamento che inizierà il prossimo mese di gennaio. Alla base del provvedimento del Tribunale il mancato pagamento, da parte di Morgan, degli alimenti della figlia Anna Lou. Un assegno mensile da 2 mila euro che l’artista avrebbe smesso di pagare dal marzo del 2011 dopo la sentenza del Tribunale per i minorenni di Roma che nel 2010 aveva disposto il pagamento di quella somma. (Corriere)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.