Fabrizio Sala: sgomberi e a settembre riqualificazione Lorenteggio da 100 milioni

Milano

Milano 17 Luglio – Fabrizio Sala, assessore alla Casa in Regione Lombardia, ha le idee molto chiare “La soluzione al problema delle occupazioni abusive di case popolari sono gli sgomberi “La morosità – ha detto il presidente Sala – è di due tipologie: colpevole e incolpevole cioè quella che riguarda persone in difficoltà economiche improvvise. Ma per quanto riguarda l’abusivismo e la morosità colpevole c’è una sola soluzione, gli sgomberi, e bisogna finirla di usare i bambini per occupare abusivamente le case evitando di essere sgomberati, come fanno certe donne rom, sempre le solite tra l’altro. Bisogna togliergli la patria potestà. La riforma dei servizi abitativi approvata nel 2016 e il nuovo regolamento sulle assegnazioni dicono che la residenza minima in Lombardia per ottenere una casa popolare è di cinque anni, più un punteggio basato sulla residenza nel comune di riferimento e in Lombardia. Se dare la precedenza ai lombardi significa fare discriminazione … ” ha concluso Sala. E a settembre comincerà la cantierizzazione per la riqualificazione totale del quartiere Lorenteggio di Milano, con l’abbattimento e la ricostruzione del civico 181 grazie a un intervento da oltre 100 milioni di euro con l’ausilio di fondi europei. Lo ha detto il vicepresidente di Regione Lombardia e assessore alla Casa, Housing sociale, Expo e Internazionalizzazione delle imprese.

Queste le parole di Fabrizio Sala, intervenuto alla trasmissione “Iceberg” su Telelombardia. “Il Giambellino è un quartiere da far rinascere a Milano e lo faremo sia attraverso questo intervento, sia attraverso il nuovo regolamento delle assegnazioni che prevede il cosiddetto mix sociale, che consentirà di evitare la ghettizzazione dei quartieri popolari”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.