L’utile non-strage

Economia e Politica

Milano 7 Giugno – Sabato sera a Londra tre attentatori di cui sono già noti i nomi di un anglopaistano ed di un libico marocchino hanno fatto una strage alle 22, poco dopo le 23 italiane. Sabato sera a Torino, alle 22, nessuno ha fatto nulla eppure c’è stata una strage per così dire autoprodotta.

Nella capitale inglese, 10 morti (inclusi i tre attentatori, freddati dalla polizia 8 minuti dopo gli attentati e gli omicidi) e 48 feriti. Nella capitale ormai solo del calcio italiana, rischia la vita solo un bambino cinese (e preghiamo per lui) ma il numero dei feriti è abnorme, quello di una cittadina, 1527.

L’Inghilterra, dove i musulmani sono tre milioni (4,5% della popolazione), è attiva nel grande Slam del Risiko delle power stile Trono di Spade. Fa spionaggio e guerra attivi in Africa del Nord, Africa centrale, Siria e Medio Oriente. Ha i suoi amici, i curdi, ed i suoi nemici, i siriani ed i persiani; passa dall’amicizia all’ostilità con una certa facilità con emirati e sauditi, sciti e sunniti. Il nomignolo Londonistan è ben precedente all’elezione del sindaco musulmano ma deriva dal fatto che già oggi in alcune aree della città almeno il 50% degli abitanti è musulmano. I sempre più frequenti attentati sono per così dire la reazione di una quarta colonna interna all’estensione delle attività belliche britanniche nel mondo musulmano.

L’Italia, dove i musulmani sono 1,4 milioni, non ha una politica estera; i suoi porti ed aeroporti sono usati a discrezione dalle altre forze occidentali anche per guerre anti-italiane (come nel caso libico), le sue forze sballottate nel mondo senza un criterio comprensibile in patria, talvolta arrestate e lasciate in balia del giudizio locale per anni. L’unica attività che la vede protagonista è la ricerca e la raccolta da navi pubbliche e private fin sulle spiagge africane di ca. più di 150mila annui aspiranti clandestini, quasi tutti musulmani.  Non c’è occasione che istituzioni e politica non blandiscano le innumerevoli e improbabili rivendicazioni arabe, dalle palestinesi alle afromuslim, dalle scite alle sunnite, dalle curde alle saudite.  E’ così improbabile che l’Italia subisca gli attacchi visti in UK, Francia, Germania.

Eppure l’attesa è stata tanta che l’Italia quasi da sola ha prodotto l’attentato. Per non essere da meno delle grandi Power, ci si è messi di buzzo buono in occasione della finale Champions tra Juve-Real trasmessa da Cardiff. Gli organizzatori ci hanno messo 11 ettari di piazza San Carlo chiusi, uscite bloccate, ringhiere e blocchi a go-go senza criterio per migliaia di persone stipate come sardine. Le vittime ci hanno messo l’attesa spasmodica della maledizione ed anche il sottile senso scaramantico di Haysel, dove solo il sacrificio tifosistico preteso dalla vecchia Signora le permise di vincere il massimo torneo europeo.

Non si può sgridare le centinaia di musulmani venditori abusivi venditori senza controlli di bottiglie di vetro, materiale rivelatosi alla fine, una volta divenuto un tappeto di punte taglienti, l’unica arma dell’attentato. Non si può perché la loro impunità ai controlli è la norma in ogni ambito. Anzi, musulmani e stranieri si sono dimostrati, impavidi, i migliori, se non gli unici, soccorritori.

Quando il nemico calcistico, per i piedi del colonialismo portoghese, uno dei peggiori, ha fatto il terzo gol, non è scoppiato un petardo, altro che bomba, ma è stato come fosse  brillata una mina. Non si è presentato un kamikaze con cintura esplosiva, ma un ragazzo a busto nudo ma è stato lo stesso. La folla ha reagito come fosse inglese, francese e tedesca pur senza averne motivo e la fuga precipitosa nella psicosi di massa ha calpestato, schiacciato, travolto, concretizzando i danni terroristici che mai in nessun altro modo potevano realizzarsi.

La non strage del non attentato, nella capitale non campione del non Paese, lascia tutti il giorno dopo a cercare i tartari attesi dal deserto, ad aspettare un godot musulmano che anche stavolta non si è fatto vedere pur producendo vittime. Per chi ci vuole vicini all’Europa magari questa non strage sarà utile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.