Un 60enne tenta truffa a Exodus, arrestato

Cronaca

Milano 14 Aprile – Un 60enne è stato arrestato dai carabinieri di Milano per aver truffato la fondazione Exodus chiedendo 1.500 euro per sbloccare una donazione da 500mila sterline che, a suo dire, era ferma su un conto all’estero.    

L’uomo, già ai domiciliari per tentata estorsione, il 7 marzo ha chiamato la fondazione gestita da don Mazzi dicendo di essere intenzionato a inviare la grossa somma ferma su un conto in Nigeria. L’operazione sarebbe stata gestita da un avvocato inglese attraverso una banca americana ma la fondazione avrebbe dovuto versare 1.500 euro per sbloccare la pratica. Da Exodus hanno avvertito i carabinieri e ieri è stata organizzata la consegna dei contanti. L’appuntamento, su richiesta del truffatore, è avvenuto nel suo appartamento a Varese. Si è scoperto dopo che l’insistenza era dovuta al fatto che stava scontando i domiciliari. Il 60enne ha raccontato al rappresentante della fondazione e al carabiniere in borghese che in passato era stato un pilota della Nato e che ora lavorava nei servizi segreti. (Ansa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.