Cantiere finito, nuovi alberi abbattuti. Tornano gli ambientalisti con le motoseghe

Fabrizio c'è Milano

Stamattina 3 alberi di alto fusto con un secolo di vita sono stati abbattuti in Corso Indipendenza all’interno del cantiere M4. Si tratta di 3 piante che erano sopravvissute alla decapitazione di una trentina  di alberi avvenuta nel 2014 per consentire  la realizzazione dell’area di lavaggio delle ruote per i camion che trasportavano materiale di scavo  della M4. Già questa era stata una scelta di cantiere assurda, l’ulteriore decapitazione di 3 ippocastani storici è un controsenso rispetto a tutte gli annunci green che vengono quotidianamente propalati.

E’ un mistero perché, a cantiere oramai esaurito, dato che i tunnel sono già stati scavati e sono pronti, sia stato autorizzato l’abbattimento di alberi pieni di foglie e col tronco sano. Forse si vuole liberare il terreno per consentire di perfezionare il disegno di nuove aiuole geometriche con dei piccoli e asfittici  alberelli che fanno tristezza solo a guardarli?

Fatto sta che dopo aver abbattuto 30 alberi che potevano essere risparmiati organizzando diversamente il cantiere, dopo aver subito i disagi di uno dei cantieri più lento e lungo della storia ( M4 è stata appaltata da Pisapia nel Luglio 2011 ),  dopo aver abbattuto complessivamente più di 600 alberi, ora vengono abbattuti 3 splendidi alberi che erano stati salvati grazie a proteste e segnalazioni di residenti, Soprintendenza e del sottoscritto.

Mentre la città è con le polveri inquinanti sopra soglia, si segano 3 piante storiche per sostituirle con 3 nuovi alberelli che spesso non riescono a sopravvivere per la scarsa irrigazione che il Comune gli dedica. Complimenti al Sindaco Verde che abita pure a 2 passi e quindi potrebbe facilmente rendersi conto di quanto scrivo

Per il video dell’abbattimento clicca ⇒ QUI

1 thought on “Cantiere finito, nuovi alberi abbattuti. Tornano gli ambientalisti con le motoseghe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.