Parlano le mogli dei soldati del battaglione Azov: “Aiutateci a farli uscire da Mariupol”

Esteri

La testimonianza a “Mattino Cinque News”: “Se si arrendono moriranno comunque” n diretta a “Mattino Cinque News” parlano le mogli dei comandanti del battaglione Azov che stanno resistendo agli attacchi russi nell’acciaieria di Mariupol dal 19 aprile scorso. Tra loro c’è Katerina moglie di uno dei comandanti ucraini che sta guidando la resistenza. “La situazione è difficile, ieri ci sono stati altri bombardamenti. Ho sentito mio marito e mi ha detto che nonostante gli attacchi sono riusciti a far evacuare molti civili”. Con la guerra iniziata nel 2014, le mogli ucraine confessano di non aver mai potuto pensare a una famiglia e che da circa otto anni vivono separate dai loro mariti. “L’unica speranza che abbiamo è che arrivi un Paese coraggioso ad aiutarci a evacuare i nostri mariti, e che con la procedura di estradizione loro riescano a stare tranquilli in un altro Stato. Loro combatteranno fino all’ultimo giorno, non si arrenderanno, ma se lo faranno moriranno comunque“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.