Festival di Sanremo: vince nel settore Nuove proposte Gaudiano. Palombelli femminista e coraggiosa

Cultura e spettacolo

La quarta serata del Festival di Sanremo su Rai 1 parte subito con la gara dei giovani della Categoria Nuove Proposte, i primi ad esibirsi al Teatro Ariston nella serata del 5 marzo. Fiorello entra con la parrucca anni ’80 di Sabrina Salerno sulle note di “Wake me up beforeyou go-go”. “Stasera faremo il duetto di Siamo donne”, anticipa agli spettatori. Primo ingresso per Beatrice Venezi direttore d’orchestra (declinato al maschile, come preferisce essere chiamata) che ha già dato il suo contributo selezionando, in una prima fase, i giovani che si sono esibiti sul palco dell’Ariston. “Mi piace sperimentare, amo la musica”, dice visibilmente emozionata la co-conduttrice della serata. Stasera si ascoltano tutti e 26 i Campioni in gara con la loro canzone e viene proclamato il vincitore della Categoria Nuove proposte, scelto dal televoto (34%), dalla giuria Demoscopica (33%), e dalla Sala Stampa (33%). Ai giovani sono assegnati anche i prestigiosi premio della Critica Mia Martini e quello della sala stampa radio web e TV dedicato a Lucio Dalla. Saranno invece esclusivamente i giornalisti della sala stampa e quelli che, pur non essendo presenti, sono accreditati a esprimere le loro preferenze sui Campioni.

Le Nuove Proposte di Sanremo 2021: Gaudiano vince tra i Giovani, a Wrongonyou il premio della critica

. La classifica definitiva della sezione Giovani è:

  1. Gaudiano – Polvere da sparo
  2. Davide Shorty – Regina
  3. Folcast – Scopriti
  4. Wrongonyou – Lezioni di volo

“È qualcosa di eccezionale. Dedico con tutto il mio cuore questa canzone a mio padre che due anni fa è andato via. Ma adesso lo sento qua con me”, dice Gaudiano.

“.

Torna Zlatan Ibrahimović

Dopo la disavventura di ieri per raggiungere Sanremo (ha dovuto chiedere un passaggio a un motociclista), entra l’ospite fisso ZlatanIbrahimović che, come da copione, contesta Amadeus per fare il “suo Festival con le sue regole”. È il momento poi del sesto campione in gara, la coppia composta dai cantautori Colapesce e Dimartino che si esibiscono con la loro “Musica leggerissima”. Palombelli e Amadeus presentano poi MaxGazzè che, con trucco, abiti e baffi à la Salvador Dalí, canta “Il farmacista”. La gara continua con l’irriverente “Mai dire mai (la locura)” di Willie Peyote, all’anagrafe Guglielmo Bruno, che con il suo verso “riaprono gli stadi ma non teatri né live” è di fatto l’unica canzone di denuncia di questo Festival. È il momento, poi, della classe di Malika

Mahmood torna, canta e conquista

Arriva uno degli ospiti musicali più attesi della serata, Mahmood – all’anagrafe Alessandro Mahmoud – che si esibisce in un medley delle sue canzoni più famose “Rapide”, “Inuyasha”, “Barrio”, “Calipso”, “Dorado” e naturalmente “Soldi”, la canzone vincitrice del Festival nel 2019. L’artista torna sul palco dell’Ariston da ospite ma ricordiamo che, durante questo 71esimo Festival, è presente anche come autore del brano di Fedez e Francesca Michelin “Chiamami per nome”.

Il monologo di Barbara Palombelli dedicato alle donne

Arriva poi l’atteso monologo dedicato alle donne di Barbara Palombelli. La giornalista mescola la storia del festival con la sua storia personale in quello che diventa un appello a tutte le donne che “in questo momento hanno il compito di tenere in piedi il Paese”. Palombelli racconta di essere stata “una ragazza da Beatles e RollingStones che però ascoltava di nascosto De André e guardava Sanremo con il padre”. Cita Gigliola Cinquetti, “mio padre mi voleva come lei, con il filo di perle” e Luigi Tenco, venuto a mancare tragicamente proprio a Sanremo, durante il festival del 1967. Si rivolge alle giovani donne italiane: “Parliamo di diritti ma voi donne giovani li avete trovati già costruiti da noi. Dovete difenderli. Ci umilieranno, cercheranno di metterci le mani addosso. Non andremo mai bene. Ma noi non ci dobbiamo mai arrendere anche se il prezzo è molto molto alto”. Ricorda poi la chiamata che le cambiò la vita, quella di Ugo Stille che, dopo molti lavori e sacrifici, la volle al Corriere della Sera. “In quel momento capii di avercela fatta. Studiate fino alle lacrime e lavorate fino all’indipendenza”, è l’appello fatto dalla conduttrice dal palco dell’Ariston. “Non vi arrendete, ragazze. Facciamo rumore” conclude citando la canzone di Diodato vincitrice della scorsa edizione del Festival.

Alessandra Amoroso e Emma insieme cantano “Pezzo di cuore”

Alessandra Amoroso e Matilde Gioli insieme per i lavoratori del mondo dello spettacolo

Come annunciato in precedenza, torna sul palco Alessandra Amoroso che insieme all’attrice Matilde Gioli riporta l’attenzione su tutti i lavoratori del mondo dello spettacolo, piegati dalla pandemia. “Ora che tutto si è fermato, le loro vite sono sospese. Questi professionisti però non possono più aspettare. C’è chi ha perso tutto. Ma non hanno perso la speranza di ritrovare la dignità del loro lavoro”, dicono. A loro Alessandra Amoroso dedica “Una notte in Italia” di Ivano Fossati.

Sanremo 2021: La classifica della sala stampa

Quasi alle 2 arriva la classifica di Sanremo 2021 data dalla somma dei voti dei giornalisti della sala stampa.

  1. ColapesceDimartino – Musica Leggerissima
  2. Måneskin – Zitti e buoni
  3. Willie Peyote – Mai dire mai (La locura)
  4. La rappresentante di lista – Amare
  5. Ermal Meta – Un milione di cose da dirti
  6. Noemi – Glicine
  7. Arisa – Potevi fare di più
  8. Irama – La genesi del tuo colore
  9. MalikaAyane – Ti piaci così
  10. Madame – Voce
  11. Francesca Michelin e Fedez – Chiamami per nome
  12. Orietta Berti – Quanto ti sei innamorato
  13. Coma_Cose – Fiamme negli occhi                                                                           
  14. MaxGazzè – Il Farmacista
  15. Lo Stato Sociale – Combat Pop
  16. Fulminacci – Santa Marinella
  17. Annalisa – Dieci
  18. ExtraliscioFeat. Davide Toffolo – Bianca luce nera
  19. Ghemon – Momento perfetto
  20. Gaia – Cuore amaro
  21. Fasma – Parlami
  22. Francesco Renga – Quando trovo te
  23. Bugo – E invece sì
  24. GioEvan – Arnica
  25. Aiello – Ora
  26. Random – Torno a te

La classifica generale dei Big alla fine della quarta serata del Festival

Ecco invece la classifica che combina le votazioni delle prime quattro serate: quella della giuria demoscopica, dell’orchestra e della sala stampa.

  1. Ermal Meta – Un milione di cose da dirti
  2. Willie Peyote – Mai dire mai (La locura)
  3. Arisa – Potevi fare di più
  4. Annalisa – Dieci
  5. Måneskin – Zitti e buoni
  6. Irama – La genesi del tuo colore
  7. La rappresentante di lista – Amare
  8. ColapesceDimartino – Musica Leggerissima
  9. MalikaAyane – Ti piaci così
  10. Noemi – Glicine
  11. Lo Stato Sociale – Combat Pop
  12. Orietta Berti – Quanto ti sei innamorato
  13. ExtraliscioFeat. Davide Toffolo – Bianca luce nera
  14. MaxGazzè – Il Farmacista
  15. Fulminacci – Santa Marinella
  16. Gaia – Cuore amaro
  17. Francesca Michelin e Fedez – Chiamami per nome
  18. Madame – Voce
  19. Fasma – Parlami
  20. Ghemon – Momento perfetto
  21. Francesco Renga – Quando trovo te
  22. Coma_Cose – Fiamme negli occhi
  23. GioEvan – Arnica
  24. Bugo – E invece sì
  25. Random – Torno a te
  26. Aiello – Ora

Fonte comingsoon.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.