Notizie Nucleo Radiomobile di Milano

Cronaca

Nella giornata del 24 dicembre 2020, personale del Nucleo Radiomobile di Milano ha eseguito numerosi interventi che hanno portato: 

– nella notte, alle ore 02:30 hanno denunciato in stato di libertà, per tentato furto aggravato in concorso un italiano classe 2005, con precedenti di polizia ed un italiano classe 2006, incensurato. I predetti, alle precedenti ore 23.00, in via Juvara, dopo aver forzato il quadro di accensione tentavano di asportare un motociclo Bmw regolarmente parcheggiato e di proprietà di un italiano classe 1952, venendo bloccati dai carabinieri tempestivamente giunti a seguito di segnalazione pervenuta all’utenza 112 da parte di un passante. Nella circostanza, gli operanti rinvenivano abbandonata a terra una pistola scacciacani in metallo di colore nero, con tappo rosso e priva di caricatore, di cui entrambi i denunciati negavano la proprietà e che è stata sequestrata e debitamente repertata per i successivi approfondimenti.

– alle ore 07:00 hanno arrestato per furto aggravato e ricettazione in concorso, un marocchino classe 1982, senza fissa dimora, nullafacente, con pregiudizi di polizia. Il predetto, alle precedenti ore 02.00, in via Gaffurio, unitamente ad altri due complici rimasti ignoti, dopo aver divelto la serranda e forzato la porta di ingresso di un esercizio commerciale denominato “mini penny market”, asportavano venticinque smartphone, vari prodotti di telefonia ed il registratore di cassa. I tre, che alla vista dei militari tempestivamente giunti a seguito di segnalazione pervenuta all’utenza 112 si davano alla fuga a bordo del furgone risultato provento di furto, interrompevano bruscamente la marcia in via Ferrante Aporti e scappavano a piedi per le vie limitrofe. L’arrestato veniva bloccato poco dopo mentre i due complici riuscivano a dileguarsi. La perquisizione veicolare permetteva di rinvenire tutta la refurtiva e la somma contante di € 4.295,80, il tutto posto sotto sequestro, in attesa di essere restituito al proprietario, così come il furgone. L’arrestato, è stato associato presso la casa circondariale di Milano “San Vittore”.

– alle ore 12:00 hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto per rapina aggravata, un ghanese classe 1992, senza fissa dimora, nullafacente, con pregiudizi di polizia. I militari, alle precedenti ore 10:00, intervenivano nei pressi del centro commerciale “Bonola” di via Quarenghi, dove una donna nigeriana classe 1990 poco prima era stata aggredita da un uomo che, dopo averla strattonata nel tentativo di sottrarle la borsa, l’aveva colpita al capo con una bottiglia di vetro, impossessandosi del suo smartphone e dandosi alla fuga. Le immediate ricerche consentivano agli operanti di individuare e bloccare, nelle immediate vicinanze, il reo, il quale veniva trovato in possesso del cellulare sottratto mentre la vittima veniva trasportata in codice giallo presso l’ospedale “San Carlo” per una ferita lacerocontusa alla testa. Il fermato, all’esito delle formalità di rito, è stato tradotto presso la casa circondariale di Milano “San Vittore”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.