Il progetto tattico di via Pacini: eliminare i posti auto per agevolare rastrelliere

Milano

E’ stato chiamato “INTERVENTO TATTICO” la pseudo riqualificazione dello spartitraffico alberato che separa le due corsie di via Pacini all’altezza di via Bazzini.  Fa parte del progetto “PIAZZE APERTE” studiato dal Comune di Milano per incrementare l’utilizzo degli spazi pubblici e agevolare la socializzazione.  Un disegno che ha visto eliminare tutti i posti auto a vantaggio di rastrelliere per le biciclette, panchine per il benessere dei cittadini e…due favolosi tavoloni più adatti ai rifugi di alta montagna e di dubbio gusto per una città come Milano, all’avanguardia mondiale nell’industria del design.

CIO’ CHE TUTTI NOI PREVEDEVAMO NON HA TARDATO A MANIFESTARSI.

La nuova area studiata per la felicità e per il benessere dei residenti, in pochi giorni si è trasformata in una piazzola per i bivacchi ed è stata riempita di rifiuti come succede in qualsiasi luogo della città dove sono presenti delle sedute publiche.  A farne le spese sono come sempre gli abitanti che subiscono il degrado e la sporcizia che questi progetti di ideologia aggregativa causano.

Lambrate informata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.