Gelmini, Fontana concordano “Condanna esemplare all’autista che aveva dirottato il bus”

Lombardia

“Ousseynou Sy, l’autista che nel marzo 2019 aveva dirottato e dato fuoco ad uno scuolabus con 50 studenti di una scuola media di Crema, è stato condannato a 24 anni di carcere per strage aggravata, incendio, lesioni, resistenza e sequestro di persona, aggravato dalla finalità terroristica. Ricordiamo tutti quella giornata a San Donato Milanese, la corsa spericolata, l’atto eroico di alcuni giovani, gli occhi impauriti dei ragazzini che scappavano da quel bus in fiamme. Oggi la parola fine a questa vicenda, con una sentenza giusta, dura, che non lascia spazio a interpretazioni. Finalmente una giustizia veloce, una condanna esemplare per un terrorista che ha cercato invano, con deliranti dichiarazioni, di accampare ridicole motivazioni che non hanno convinto nessuno”. Lo afferma in una nota Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati.  “Una condanna esemplare per il colpevole di una vicenda che ha scosso la Lombardia e tutto il Paese”. Così il presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, commenta la decisione della Corte di Assise di Milano in merito al ‘dirottamento’ di un bus con a bordo una scolaresca lo scorso anno a San Donato Milanese.

“Oggi giustamente – ha aggiunto il presidente – quel folle gesto terroristico è stato punito con una sentenza che rende giustizia ai giovani, alle loro famiglie e agli insegnanti che quel giorno erano sul bus”. “Non dimenticherò mai la lucidità e la reattività dei giovani studenti – ha concluso Fontana – e la rapidità d’azione delle Forze dell’ordine che hanno permesso di evitare quella che altrimenti sarebbe stata una strage”. “Ringrazio ancora una volta i ragazzi sequestrati per il coraggio dimostrato – ha dichiarato l’assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale, Riccardo De Corato – che ha consentito il pronto intervento delle Forze dell’ordine. Riascoltare adesso, a distanza di più di un anno, le telefonate di quei giovani mette ancora i brividi. Mi auguro che il colpevole sconti la condanna interamente, senza ottenere benefici e riduzioni”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.