Lo scandalo delle case rubate agli anziani ammalati di coronavirus

Milano

Se c’è qualcosa di più doloroso e odioso di questa epidemia è lo sciacallaggio. Spesso usato a sproposito, questo è il termine migliore per chi occupa le case durante le assenze dovute a ricovero. È un fenomeno osceno, presente già usualmente nei periodi di tranquillità. Ma sta esplodendo, di recente. Il coronavirus, lo sappiamo, colpisce maggiormente gli anziani e gli indifesi. Questo deve aver dato una pessima idea agli sciacalli che della sopraffazione vivono.

In particolare, sfruttando il fatto che, già di norma, gli sfratti sono lenti e farraginosi (quando possibili, se occupano famiglie con figli piccoli la cosa diventa quasi un’utopia), queste persone non si lasciano sfuggire l’occasione. Peraltro in barba ad ogni norma igienica e rischiando che il contagio si propaghi indiscriminatamente.

Sul tema ci fornisce una testimonianza diretta il Consigliere di Municipio 7 Franco Vassallo, che vivendo di persona queste situazioni (ha la delega alle case popolari) ha il polso della situazione.

“Ecco l’integrazione a braccia aperte della sinistra.
Più che a braccia aperte oserei dire a piede di porco. Questo è l’arnese utilizzato da alcune persone, presumibilmente di etnia rom, per occupare le case dei poveri anziani ricoverati per il coronavirus.
Dov’è il sindaco Sala con la sua compagnia delle Indie che sperperava i soldi dei contribuenti per l’integrazione?
La situazione rischia di esplodere.

Approfittano indisturbati di ogni occasione che si presenta a discapito degli persone anziane colpite dall’epidemia, per occupare gli alloggi temporaneamente non sorvegliati,
Se non si interviene subito la situazione potrebbe degenerare e gli occupanti abusivi potrebbero essere oggetto di violente rappresaglie, un rischio che non possiamo correre.
È evidente che la situazione a Milano è fuori controllo anzi lo è sempre stata negli ultimi nove anni, ed è ora di rimettere ordine e regole, con la stessa determinazione con cui si vuole sconfiggere il coronavirus. Dice un detto.”a pensar male si finisce per indovinare”, non è che in cima ai pensieri del sindaco Sala casomai c’è qualche Ambrogino dedicato alle occupazioni abusive?.”

Sala voleva l’esercito per fermare la malattia? Ecco dove potrebbe essere utilmente schierato. Certo, siamo tutti consci del pericolo mortale costituito da chi passeggia da solo. Ma forse si potrebbero distrarre un paio di pattuglie e usarle per tutelare la salute di chi abita attorno all’occupazione. O dentro, se si tratta di minori….

1 thought on “Lo scandalo delle case rubate agli anziani ammalati di coronavirus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.