Pioltello: pakistana picchia e insulta le figlie e le spaventa con riti voodoo

Cronaca

Una 47enne  è stata arrestata dai carabinieri  di Pioltello per maltrattamenti  nei confronti delle due figlie  di 18 e 23 anni  e per non aver ottemperato a un ordine di allontanamento dalla casa familiare.

Lo scorso luglio, infatti, la donna era stata obbligata a lasciare l’abitazione in cui viveva con il marito e con le due ragazze che, dopo anni di violenze e abusi, l’avevano finalmente denunciata. Era stato solo alla fine dell’anno scolastico che avevano trovato il coraggio di raccontare ai professori della più piccola di tutti gli insulti, le botte e le minacce con riti voodoo a cui la madre le sottoponeva da molto tempo. I docenti avevano allertato i servizi sociali, che apoi avevano fatto intervenire i carabinieri.

Dopo la condanna però, arrivati a settembre, con l’aiuto del compagno la 47enne ha fatto ritorno nell’appartamento di famiglia a Pioltello. Le figlie per oltre tre mesi non l’hanno denunciata ma  il 9 novembre, quando hanno trovato sotto il letto della 18enne una bambolina utilizzata  nei riti voodoo, hanno deciso di rivolgersi ai carabinieri.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.