Piano City Milano: Tanta musica per tutti. Il programma

Cultura e spettacolo

Milano 6 Maggio – Piano City Milano quest’anno si allarga: esce dai confini cittadini e arriva in diversi comuni della provincia e  della regione. La sesta edizione della manifestazione, si svolgerà dal 19 al 21 maggio con un calendario ricco di 450 concerti in 250 luoghi.

Il programma ‘fuori porta’. E’ questa la novità assoluta: decine di concerti con pianisti e generi sempre diversi nelle province di Milano, Como, Monza e Brianza, Bergamo. Protagonisti, tra gli altri, Andrea Rebaudengo a Bresso domenica 21, Antonio Faraò sabato 20 a Rho e Hernan Fassa la sera di sabato 20 a Settimo Milanese. Andrea Zani e Stefano Nozzoli suoneranno musica contemporanea all’alba in un ‘Concerto Stellare’ domenica 21 alle 5 a Desio. Sul lungolago di Como domenica 21 un percorso musicale in quattro tappe dai giardini di viale Geno a Villa Olmo.

La guest star. Ad inaugurare questa edizione piena di novità sarà Chilly Gonzales, pianista e produttore canadese di fama, capace di muoversi tra musica classica, rap ed elettronica. Chilly Gonzales si esibirà venerdì sera sul main stage della Galleria d’arte moderna – Villa Reale (Piano Center della manifestazione) con un concerto di brani tratti dall’album Piano Solo II e presentati in PianoVision, cioè con una proiezione video in tempo reale con riprese che inquadrano solo le sue mani e i tasti del pianoforte.

Le Piano Lesson. Tra le novità assolute dell’edizione 2017  le Piano Lesson, un’occasione per usufruire dei consigli offerti al pianoforte dai grandi maestri. Il primo appuntamento al Teatro dell’Arte sabato 20 alle 11 con la guest star Chilly Gonzales, che da anni si prefigge di riportare alla musica chi ha abbandonato la pratica del pianoforte, tanto da aver dedicato i suoi Re-Introduction Etudes ai musicisti che si sono arresi e ai pianisti alle prime armi. Chiude la serie di 6 incontri, domenica 21 alle 16, Michele Campanella, celebre virtuoso del pianoforte, che mostrerà come affrontare i Quadri di un’esposizione di Modest Mussorgsky.

Per i bambini. A Michael Nyman è stata commissionata una nuova versione di The Otherwise Very Beautiful Blue Danube Waltz, ripensata per cinquanta Toy Piano, che coinvolgerà i più piccoli in una performance spettacolare. I bambini potranno suonare la sua musica con i pianoforti giocattolo: gli appuntamenti con Nyman e i Toy Pianos infatti sono sei: sabato e domenica alle 12, alle 16 e alle 18, sempre al Piano Center presso la Gam di via Palestro, in collaborazione con Ricordi Music School.

Concerti serali. Ci saranno anche due Piano Night dedicate a pianoforte ed elettronica, con musicisti di calibro internazionale e musiche che spaziano da Stockhausen a Riley fino ai talenti della scena underground contemporanea, venerdì a Base Milano e sabato a Santeria Social Club; a seguire due suggestivi concerti al sorgere del sole danno vita a un percorso musicale ininterrotto di oltre 50 ore. Dopo l’ultimo concerto, l’appuntamento con l’alba è alle 5.30 in Parco Sempione, per ascoltare Michael Nyman che si esibisce al sorgere del sole nello straordinario palcoscenico del Teatro Burri tra Castello Sforzesco e Arco della Pace. Altri due concerti renderanno magiche le notti milanesi: da Eataly all’ex Teatro Smeraldo venerdì notte alle 0.30 Orazio Sciortino suonerà brani dedicati alla notte di Debussy e Skrjabin; la bellezza e il fascino della Cripta di San Sepolcro faranno da sfondo a un emozionante concerto interamente dedicato a Schumann con Alberto Nones sabato notte alla 1.

Il quartier generale. Cuore della manifestazione sarà il Piano Center, come ogni anno al polo museale Gam-Pac e negli splendidi giardini di Villa Reale, aperti eccezionalmente per accogliere il pubblico di Piano City Milano. All’inaugurazione di venerdì 19, seguiranno sabato e domenica i concerti all’aperto al laghetto e in giardino, e all’interno della GAM nella Sala del Parnaso e nella Sala da Ballo. Gli House Concert e i Concerti in cortile sono da sempre il cuore e l’appuntamento più intimo del programma di Piano City Milano. Oltre 60 concerti poi arricchiranno il palinsesto di questa edizione grazie ai tanti milanesi che hanno voluto partecipare attivamente mettendo a disposizione case e cortili privati.

Tanta musica on the road. Diversi i concerti itineranti di Piano à Porter: otto performance eseguite con un pianoforte installato su un veicolo Piaggio Porter che si sposterà dal Mercato di Lorenteggio a piazza Sant’Alessandro, dal Giardino delle Culture a piazza Santa Maria delle Grazie e in molti altri luoghi dal centro alla periferia. Il Piano Tandem invece farà da capofila a due biciclettate collettive. La prima correrà lungo il Naviglio della Martesana fino al Parco Franca Rame, con partenza sabato 20 alle 10.30 da via J. Jaurès. La seconda partirà domenica 21 alle 10.30 dal centro di produzione artistica mare culturale urbano, passando per il Parco delle Cave e Cascina Linterno. Gli amanti delle due ruote potranno attraversare la città pedalando al ritmo di classica, jazz e contemporanea. Piano Bici sabato e domenica farà il giro dei giardini pubblici Indro Montanelli, sostando di volta in volta in un punto diverso del parco.

I luoghi della manifestazione. Una manifestazione diffusa, come da tradizione, riconfermando luoghi che sono ormai nel cuore del pubblico ma anche allargando la sua rete di concerti in spazi inediti: oltre a Base Milano, Santeria Social Club e mare culturale urbano, per la prima volta la musica di Piano City Milano entra nella chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore, che si alternerà con il Civico Museo Archeologico per ospitare una domenica di concerti. Tra i luoghi inediti di questa edizione anche l’Albergo Diurno Venezia, con una maratona di concerti, domenica 21 dalle 10 alle 20, a cura del Conservatorio di Musica ‘G. Verdi’ di Milano e in collaborazione con il Fai. I Bagni Misteriosi (ex piscina Caimi) ospitano una rassegna di concerti tutta al femminile, con Roberta di Mario, Maria Cefalà e Maddalena Giacopuzzi.

Concerti anche in periferia. Sono

anche previsti tre concerti in cortili di case popolari nella periferia milanese nella giornata di domenica. In via Bisnati arriverà la pianista Natalia Isabel Gonzàles con musiche classiche e contemporanee. In via Barzoni Davide Montalenti presenterà un programma che spazia tra contemporanea, jazz e musiche originali. In via San Bernardo musiche originali di Sasha Pushkin, musicista russo tra più apprezzati sperimentatori contemporanei. (Repubblica)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.