Lunga notte di Capodanno a Milano: intossicazioni etiliche, risse e feriti dai botti

Cronaca

Milano 2 Gennaio – Come ogni notte di Capodanno, è stato un super lavoro per gli uomini del 118 cordinati da Areu (Azienda regionale emergenza urgenza) a Milano.

Principalmente, oltre agli incidenti stradali e gli incendi, gli interventi – coadiuvati da polizia, carabinieri e Locale – hanno riguardato ragazzi e ragazze con gravi intossicazioni etiliche e risse sempre dovute all’alcol. Il picco è iniziato poco dopo la mezzanotte. Senza dimenticare le persone ferite coi botti.ambulanza-carabinieri-notte-made

Quasi 40 persone, tra Milano e provincia, in prevalenza ragazzi molto giovani, hanno richiesto l’intervento dell’ambulanza dopo essere stati male per aver alzato il gomito.

Una ragazza di 20 anni è in condizioni molto serie ed è stata portata in codice rosso al Fatebenefratelli. Gran parte degli altri casi, invece, si sono risolti con un codice verde.

Ma bere, si sa, rende anche più aggressivi. E così sono molte anche le risse scoppiate ‘spot’ tra città e hinterland. Anche qui, si contano una ventina di casi. Un ragazzo di 24 anni è rimasto ferito nella zona del mezzanino della metro’ rossa, Sesto 1 Maggio, un altro (36 anni) a Cernusco, linea verde.

FERITI DA BOTTI E PETARDI – La Polizia di stato ha diffuso i dati ufficiali sui feriti che si sono registrati nella notte tra il 31 dicembre e l’1 gennaio 2017. Gli incidenti con feriti da botti sono stati 12 in provincia di Milano, 2 a Sondrio, 2 a Pavia, 2 a Brescia, 1 a Varese e 1 a Como.

botti-capodannoA Milano, in particolare sono stati 5, di età compresa tra i 14 e i 67 anni, e con prognosi da 1 a 40 giorni: gli altri 7 si sono avuti nell’hinterland. L’episodio più grave ha riguardato un 14enne trasportato all’ospedale di Sesto San Giovanni che ha riportato gravissime lesioni alla mano destra dopo che gli era scoppiato in mano un petardo da lui stesso ‘potenziato’.

Ha riportato una prognosi di 40 giorni, salvo eventuali compromissioni della piena funzionalità dell’arto.

E un ragazzo di 16 anni nel centro del capoluogo lombardo, a causa di un petardo, ha riportato una vasta ferita alla mano sinistra con la lesione al tendine del pollice. È stato ricoverato al Fatebenefratelli con 40 giorni di prognosi. (MilanoToday)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.