KAZAKISTAN-MILANO, UN GRANDE AMORE

Economia e Politica

Milano 1 Giugno – Il gemellaggio Milano-Astana e la creazione di rapporti sempre più stretti tra le due “metropoli Expo” (la capitale kazaka ospiterà l’Expo dedicato all’Energia nel 2017) è stato l’argomento principe degli incontri che il sindaco di Astana, Adilbek Dzhaksybekov e l’Ambasciatore del Kazakistan in Italia Andrian Yelemessov , affiancati dal plenipotenziario lombardo Savino Corsari, hanno avuto dapprima in Expo e poi nel centro di Milano a cominciare da Palazzo Marino, dove sono stati ricevuti dal Sindaco Pisapia.
In un colloquio informale con i rappresentanti della “Associazione Milano-Astana” il Sindaco kazako ha spiegato di essere molto soddisfatto dalla performance del padiglione Expo del suo Paese (uno dei più visitati e apprezzati) che sta facendo scoprire agli italiani una terra per molti ancora misteriosa e ha spiegato che da qui al 2017 sarebbe bello se le due città, oltre a gemellarsi, organizzassero dei periodici meeting tra amministratori e uomini d’affari. Astana infatti, come ha svelato il Sindaco, a differenza di Milano, non smantellerà la propria cittadella Expo (già visibile in modellino presso il padiglione kazako) ma ne farà una città della finanza mondiale ponendo ancor più il paese centrasiatico nella posizione di perno dell’Eurasia.
Altra priorità è l’apertura del Consolato Generale a Milano per cui è già stata individuata una autorevole figura in grado di tenere i rapporti non solo con la Città Metropolitana ma con tutta la realtà regionale lombarda.

 
Max Ferrari