Lombardia, F. Sala: 6 mln per progetti di recupero degli studenti e sicurezza rientro a scuola

Lombardia

Regione Lombardia stanzia 6 milioni di euro per progetti di recupero e di sviluppo dell’apprendimento degli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado. Lo si legge in una nota. “Da due anni il mondo della scuola sta vivendo un periodo estremamente complicato, per questo abbiamo deciso di rispondere con un intervento straordinario per finanziare percorsi di istruzione e formazione in grado di favorire l’aggregazione e la socializzazione, l’espressione dei talenti e delle potenzialità”, ha spiegato l’assessore all’Istruzione della Lombardia, Fabrizio Sala.

I progetti possono essere presentati e organizzati dalle scuole statali secondarie di primo grado e dalle scuole paritarie secondarie di primo e secondo grado. “Si tratta di una misura – ha spiegato Fabrizio Sala – che privilegia la centralità degli studenti, primi destinatari dei fondi, che possono scegliere liberamente il loro percorso formativo extra tra quelli a disposizione”.

Due le linee di attività finanziate da Regione Lombardia: attività di recupero e approfondimento degli apprendimenti, finalizzate al contrasto alla povertà educativa e al rinforzo della socialità; attività di sviluppo degli apprendimenti, finalizzate al recupero della socialità e alla valorizzazione dei talenti. La partecipazione degli studenti e delle loro famiglie è su base volontaria. Per ciascuno studente è prevista l’erogazione di un voucher formativo, differenziato in base alla durata del percorso formativo: 225 euro a studente per percorsi di 15 ore, 375 euro per percorsi di 25 ore, 600 euro per percorsi di 40 ore.

“Regione Lombardia è al lavoro “per garantire una ripresa dell’anno scolastico in sicurezza. Per questo continuiamo a monitorare il flusso di vaccinazioni di alunni e personale scolastico, anche per rispettare le prescrizioni adottare dal Governo in merito al Green Pass”. Lo ha assicurato in una nota l’assessore all’Istruzione di Regione Lombardia, Fabrizio Sala.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.