Le avventure di “ErMi… il consigliere polito “: IMPORTAZIONI

Economia e Diritto

OlMi ha ragione… ciò che facciamo con le materie prime, sia che siano di nostra produzione o importate, ci viene invidiato da tutto il mondo.
Come l’alfabeto è di tutti, ma è il poeta a combinarlo e a far nascere la Poesia, così anche le materie prime possono arrivarci dal Mondo: l’Italia è il Poeta… la nostra cucina, Poesia.
Le nostre ricette… ce le invidia tutto il mondo!
Facciamo un esperimento di fantasia? Ipotizziamo cosa accadrebbe alla nostra tavola, se si stoppassero le importazioni?Proviamo ad immaginare se sarebbe davvero un incubo?
Dai… iniziamo: da oggi importazioni bloccate!
OLIO D’OLIVA
Si calcola che il consumo annuo totale di Olio extravergine di oliva in Italia, sia circa 600.000 Tonnellate, inoltre… ne esportiamo circa 400.000 Tonnellate annue. In una annata eccellente possiamo produrne 475.000 Tonnellate (2015), in una pessima… 182.000 (2016). Si parla di una media produttiva su più anni, di circa 350.000 Tonnellate. Morale… anche se non esportassimo una sola goccia d’Olio, quello ricavato dalla spremitura di patrie olive non basterebbe per tutti. Chi di voi ci rinuncia?
PASTA
Sul Sole 24 Ore, lessi una intervista a Cosimo De Sortis, Presidente di Italmopa, l’associazione che raggruppa la quasi totalità di aziende che lavorano grano tenero e duro. De Sortis diceva: «Per avere pasta a scaffale nei supermercati tutto l’anno, dobbiamo necessariamente importare (grano). Se utilizzassimo solo la produzione italiana, troveremmo la pasta in vendita solo quattro mesi all’anno». Chi di voi rinuncia alla pasta per 8 mesi l’anno?
LEGUMI
Anche la maggior parte dei legumi non sono coltivati in Italia. Importiamo il 71% dei Piselli, il 98% delle Lenticchie, il 95% dei Fagioli e il 59% dei ceci. Due terzi di tutti i legumi che mangiamo, sono d’importazione. Che facciamo, non mangiamo più le Lenticchie con il Cotechino?
CARNE BOVINA
L’allevamento e la macellazione delle carni bovine italiane, soddisfano il nostro fabbisogno interno per solo il 76%. Perché ci sia carne bovina per tutti… occorre importarla.
CACAO
Beh… il Cacao è tutto d’importazione. Niente più cioccolato. Ci pensate?
CAFFE’
Bye, Bye caffè.
NOCCIOLE
La Ferrero mi risulta usi un terzo delle nocciole coltivate nel mondo, mentre l’Italia, stando ai dati della FAO, ne produce solo un decimo; nel 2017 ne sono state prodotte 131.000 Tonnellate (compreso il guscio).
La Turchia ne produce oltre 600.000 Tonnellate l’anno: più della metà di tutte le nocciole prodotte al mondo.
Vero, compriamo nocciole dalla Turchia, ma siamo noi a fare la Nutella.
Se la Ferrero limitasse la produzione dei suoi prodotti, alla disponibilità delle nocciole italiane… non ci sarebbe Nutella per tutti! Panico!!!
ZUCCHERO
In Italia si produce solo il 20% del fabbisogno Nazionale. Lo Zucchero italiano è buono… ma pochissimo.
Ma non disperiamo, siamo autosufficienti per quanto riguarda formaggi duri, riso, vino, frutta fresca, pomodoro, uova e pollo.
Concludendo… un sicuro pranzo Made in Italy potrebbe essere: Risotto, Pollo arrosto, accompagnato da una insalata di pomodori, potreste fare anche un contorno di patate al forno… ma compratele con attenzione, il 20% sono d’importazione.

Disegni di Giorgio Romanelli.
Testi e contesti di Erminio Galluzzi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.