Come funzionano e cosa fanno le startup

Economia e Politica

Milano 16 Settembre – Le startup sono nuove imprese che nascono come organizzazioni temporanee e propongono un’idea di business scalabile, ovvero in grado di espandersi. A differenza di quanto accade per le imprese tradizionali, inoltre, il business model presentato dalle startup può essere riproposto in contesti differenti: si parla, in questo caso, di modello ripetibile.

Le startup investono in settori diversi e propongono un servizio che spesso riesce a rivoluzionare la vita dei consumatori. Alla base del successo di queste imprese, infatti, c’è sempre la capacità di cogliere le esigenze del pubblico e di rispondere in maniera innovativa. Le startup, in altre parole, cercano di rispondere alle problematiche più comuni attraverso strategie nuove ed efficaci.

Ma cosa fanno effettivamente queste imprese? Le risposte sono molteplici: le startup, per esempio, aiutano a vendere auto in maniera sicura, offrono validi consigli sulle strutture turistiche, supportano i commercianti nelle proprie attività.

Scloby, ad esempio, è una idea nata all’interno del Politecnico di Torino e destinata a rinnovare la gestione di bar, negozi e ristoranti. Scloby è un innovativo registratore di cassa, distribuito sotto forma di app per smartphone e tablet: interfaccia intuitiva e gestione tramite la piattaforma cloud consentono di coordinare le attività più disparate, dai flussi di cassa alla creazione di carte fedeltà. Grazia a Scloby, inoltre, i clienti possono fare acquisti senza recarsi in negozio: i commercianti, infatti, emettono lo scontrino a distanza e fanno recapitare la spesa direttamente a domicilio.

startup

Se fare la spesa è una necessità quotidiana, rivendere la vettura usata può diventare a volte una vera e propria impresa. La vendita di una vettura di seconda mano, infatti, richiede tempo, fatica e disponibilità a correre rischi. La startup Noicompriamoauto propone un modo semplice e sicuro per vendere la propria auto usata senza alcuna preoccupazione. Nasce dall’azienda tedesca WKDA, presente in Germania con oltre 25 sedi. In Italia, Noicompriamoauto ha già sette filiali e si prepara ad aprirne altre, diffondendo il suo modello di business scalabile e ripetibile. L’azienda propone un servizio esclusivo e completo, consentendo ai clienti di valutare la propria auto usata direttamente online e in maniera totalmente gratuita. Dopo una perizia in sede, senza alcun vincolo o impegno, il proprietario dell’auto può accettare l’offerta e ricevere un pagamento sicuro e tracciabile. Tutti gli adempimenti burocratici, come il passaggio di proprietà e l’iscrizione al PRA, sono a carico di Noicompriamoauto: vendere auto non è mai stato così semplice e conveniente.

startup1

 

Scegliere la meta giusta per la propria vacanza è un’altra problematica piuttosto comune: spesso, infatti, guide e recensioni si basano su criteri che non corrispondono alle necessità e aspettative dei viaggiatori. Travel Appeal, una startup nata nell’H-Farm di Treviso, analizza e integra decine di parametri per determinare l’effettivo “appeal” di una meta turistica. Questa impresa, quindi, si pone l’obiettivo ambizioso di comprendere le reali esigenze dei viaggiatori e di fornire risposte competenti e attendibili.

startup2

Fare shopping, organizzare un viaggio, trovare un acquirente per la propria vettura usata: grazie alle startup, in conclusione, ogni attività diventa molto più semplice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.