Saman: il silenzio vergognoso dei “buonisti”, ma lo stato che ha fatto e che fa?

“Nel nostro Corano c’è scritto che se una smette di essere musulmana, deve essere sepolta viva con la testa fuori dalla terra e poi uccisa con lancio di sassi contro la testa– ha spiegato il 16enne- In Pakistan viene fatto. Nel Corano è scritto così, ma io non l’ho mai visto. Tutti i miei parenti mi raccontano […]

Leggi tutto

Sprar: Spesi 16 milioni di euro per trovare lavoro ad appena 118 richiedenti asilo

“Il modello Sprar, presentato dalla sinistra come fiore all’occhiello dell’accoglienza e dell’integrazione, continua a dimostrarsi un grande buco nell’acqua a Milano. Dal 2017 al 2019, infatti, sono stati spesi oltre 16 milioni di euro statali (5,4 nel 2017, 5,1 nel 2018 e 5,5 nel 2019) ed è stato trovato lavoro solo a 118 richiedenti asilo, […]

Leggi tutto

Briciole per gli alunni disabili: un modo per discriminare

«Scuole paritarie: 12,5 milioni di euro in più per inclusione studenti con disabilità (legge di bilancio)». In questi ultimi giorni, capita frequentemente di leggere simili titoli giornalistici a effetto. Essi, da un lato, sembrano consentire un sospiro di sollievo a famiglie, docenti e gestori delle scuole paritarie, che si vedrebbero non più solo “riconosciuto”, ma anche […]

Leggi tutto

Soldi dei contribuenti per integrare i rom che non vogliono essere integrati

Sarebbe bello e produttivo convertire i Rom alla convivenza civile e al dialogo che sia scambio e condivisione, ma il loro modus vivendi è impermeabile e fortemente esclusivo. Ci siamo chiesti quali siano il loro lavoro, i loro impegni, le loro responsabilità accettate, ma il loro mondo in realtà pare una beffarda e gigantesca presa […]

Leggi tutto

Dove la sfida vinta dell’integrazione nel degrado dell’accampamento dei migranti, caro Sala?

E voilà le sfide, ma se non le fa Milano, chi le può fare? Sala ne è convintissimo, sicuro delle sue scelte “Finché ci saranno partner del genere, io conto di poter fare una cosa molto difficile, che è quella della gestione dell’integrazione.” Riferisce mianews “Riguardo al contesto sociale nazionale, il sindaco ha evidenziato il […]

Leggi tutto

Le 5 giornate di Milano e la tensione alla giustizia sociale che oggi non c’è più

E’ Milano, la migliore Milano che si muove nel marzo del 1848 per affermare la sua milanesità, la sua indipendenza, la sua autodeterminazione. Ed è una storia di libertà, di vocazione unitaria. Insieme con orgoglio e con una straordinaria voglia di riscatto, uniti da un ideale di libertà, da una volontà ferrea di cacciare l’invasore […]

Leggi tutto

Caro Sala, una canzonetta non riscatta il degrado e non è una medaglia di nome “integrazione”

Sala sale sul carro del vincitore Mahmood, scopre  che c’è una periferia di nome Gratosoglio, che la presenza degli immigrati a vario titolo è numerosa, sorvola sulle polemiche vere e giustificate e voilà può decorarsi con una nuova medaglia. Non voglio evidenziare che il brano “Soldi” dell’italo-egiziano sia brutto perché è un giudizio personale, ma […]

Leggi tutto

Parla il docente Edmund Agbo, “Io, nigeriano, dico sì ai porti chiusi, ma…”

Il buon senso dovrebbe dire basta a un’Italia divisa a metà tra buonisti e cattivisti, tra antirazzisti e razzisti, tra sinistra e destra: categorie create ad hoc per fomentare una dialettica spesso fatta di slogan, per ribadire la superiorità morale di una parte, per creare odio e contrapposizioni irrazionali. Perché il buon senso insegna che […]

Leggi tutto

Mara Carfagna “Ecco perché Boeri sbaglia a sovrapporre natalità e integrazione”

L’Huffington Post ospita il parere di Mara Carfagna (F.I) su quanto Tito Boeri va dichiarando in questi giorni sull’importanza degli immigrati per le pensioni. Riportiamo le sue considerazioni. “Lo scontro tra Matteo Salvini e il presidente dell’Inps Tito Boeri nei giorni scorsi ha rischiato di oscurare una questione drammatica nel nostro paese, ovvero la crisi demografica. Il basso tasso […]

Leggi tutto

Cinghiate alla moglie, altro caso di integrazione fallita

La 22enne, che in quel momento era sola in casa, ha chiesto all’uomo di chiamare i soccorsi: sulle braccia aveva segni evidenti dei colpi di cintura. Ai militari ha spiegato di subire da tempo le violenze del proprio compagno, sposato pochi anni fa in un matrimonio combinato al quale non aveva potuto sottrarsi. Così riporta […]

Leggi tutto