Biloslavo : I grandi nella capitale? Gli ucraini disillusi “Tanto non migliorerà nulla”

«Sappiamo della visita dei tre grandi dell’Europa, ma cambia poco. Per noi gente comune la lotta è arrivare a fine mese. Non abbiamo lavoro, l’economia è al collasso, la guerra sarà lunga. I Big possono fare realmente qualcosa per invertire la rotta? Non penso». Anton, giovane di Kiev che conosce bene la situazione e ha […]

Leggi tutto

Berlusconi: “Indispensabile unità politica e militare dell’Europa, i nostri valori sono in pericolo”

Tutti noi seguiamo, con dolore e angoscia, l’evolversi della crisi Ucraina, il riproporsi, nel cuore dell’Europa, di tragedie che speravamo consegnate al passato. Di fronte ad una palese aggressione da parte russa nei confronti di un Paese neutrale, l’Europa e l’Occidente hanno saputo reagire in modo equilibrato e soprattutto unitario. Da questo punto di vista, […]

Leggi tutto

Olga Rudenko, direttrice del Kyiv Independent, sulla copertina del Time

Quando l’11 novembre il Kyiv Independent ha iniziato a pubblicare, nessuno poteva pensare che sette mesi dopo la sua direttrice, Olga Rudenko, sarebbe finita sulla copertina del Time. Il merito del riconoscimento è da ricercare nella copertura della guerra che il giovane giornale ucraino in lingua inglese ha fatto e continua a fare “dando al mondo […]

Leggi tutto

E adesso che farà Putin? Rispondono Capuozzo e Cacciari

Toni Capuozzo “Putin non è un giocatore di scacchi. È un judoka e la sua principale strategia è quella di sfruttare gli errori dell’avversario. Trasforma l’energia di attacco dell’avversario a suo favore. Sta dunque aspettando i nostri errori. Se dovesse dire: io da domani ordino il cessate il fuoco, prendo Azovstal con la fame e […]

Leggi tutto

Papa Francesco e la sua analisi sulla guerra: “Putin non si ferma, voglio incontrarlo a Mosca

Si parla molto dell’intervista del Corriere a Papa Francesco, riferiamo una disamina puntuale su tutti i punti trattati di Luciano Fontana (post In Movimento) La frase l’ha ripetuta molte volte, in questi giorni. Con garbo e un largo sorriso. Ed è la prima cosa che dice (al colloquio partecipa Fiorenza Sarzanini, vicedirettrice del Corriere) appena […]

Leggi tutto

Buon Compleanno Giovannino con molto rimpianto, ma che diresti oggi di Putin?

Ma sì, lo so, Giovannino, stai pedalando nei cieli con rabbia, perché sono sicura che una bicicletta l’hai trovata in Paradiso e ti prudono il cervello e le mani davanti alla tragedia in Ucraina. Il fatto è che i sovietici rimangono sempre sovietici, è solo questione di baffi, ma tra Stalin e Putin c’è la […]

Leggi tutto

Bravi nipotini, avanti così

Nel solito 25 aprile quest’anno è stata trovata la variante più paradossale. L’associazione dei partigiani contro la guerra partigiana. La schizofrenia suddetta è stata possibile con i seguenti passaggi. Primo, la guerra partigiana italiana, per antonomasia, è quella contro i tedeschi. (Non è vero perché l’invasore tipico in realtà era francese, che talvolta era francogermanico, […]

Leggi tutto

Cangini (F.I) “All’inizio era tutto chiaro, poi sono entrati in scena gli intellettuali…”

Il 24 febbraio, giorno dell’attacco russo all’Ucraina, era tutto piuttosto chiaro: c’era un aggredito, l’Ucraina, e c’era un aggressore, la Russia. A spiegare le ragioni della guerra aveva provveduto lo stesso Putin nel lontano 2007, quando, intervenendo alla Conferenza sulla sicurezza di Monaco, mise candidamente in chiaro il proprio disegno: far rivivere l’impero russo, accedere […]

Leggi tutto

Ennesima divisione, la guerra in Ucraina non ha cambiato l’Unione Europea

I Ventisette non trovano l’accordo sull’acquisto comune di gas, per abbassare i prezzi dell’energia, perché a Olanda e Germania non conviene. L’ennesima divisione che mina la credibilità di Bruxelles Sarà anche vero che Vladimir Putin non si aspettava una risposta unita e compatta dell’Occidente, che ha comminato pesanti sanzioni alla Russia per l’invasione dell’Ucraina. Ma […]

Leggi tutto

Sfogliamondo: la paura dell’escalation in Ucraina sulle prime pagine dei giornali occidentali

Sulla stampa occidentale si affaccia la consistente preoccupazione di un’imprevedibile escalation della guerra in Ucraina dopo l’attacco russo di domenica contro obiettivi ucraini a soli 25 chilometri dal confine della Polonia, ovvero della Nato. È questa la notizia di apertura pressocché su tutti i maggiori quotidiani internazionali, con la sola eccezione, in Europa, della Frankfurter Allgemeine […]

Leggi tutto