Marcello Veneziani “Dante è finito in quarantena”

Qualcuno ha visto Dante? Dico proprio lui, Dante Alighieri. Si avvicina il settecentesimo anniversario della sua morte. Un grande concerto diretto da Riccardo Muti ha aperto solennemente a Ravenna le celebrazioni dell’anno dantesco, perfino Mattarella ha danteggiato, per una volta uscendo dai consueti anniversari novecenteschi e dai cataloghi di ovvietà e predicozzi. Fu proclamata la giornata dantesca, il Dantedì, fissata […]

Leggi tutto

L’inesorabile flop del reddito di cittadinanza

Nell’ambito di Città metropolitana, solo la metà delle persone prese in carico dai centri per l’impego ha sottoscritto il patto di servizio, le altre esonerate. Non decollano nemmeno i PUC. Che il reddito di cittadinanza si stia rivelando in modo evidente un flop, è ormai risaputo. Un milione e duecentomila percettori e soli 200mila occupati […]

Leggi tutto

Corrado Ocone “Buone ragioni per una destra (finalmente) liberale”

Fra i vari effetti avuti dalla pandemia nello scenario politico italiano, uno è forse meno evidente, e nemmeno immediatamente politico, ma potrebbe avere conseguenze di più lunga durata oggi nemmeno immaginabili. Come è noto, la destra di opposizione si è trovata in questi mesi spiazzata: per il cambio di scenario; per essersi accorta di avere […]

Leggi tutto

Cangini “Era tutto annunciato, perché il governo non ha fatto nulla?”

Perché non sono stati attrezzati gli ospedali del centro-sud? Perché non si è investito un euro sul tracciamento? Perché in molte regioni occorre prendersi un giorno di ferie per fare un tampone e attendere una settimana per avere il risultato? Perché il bando per l’acquisto dei letti di rianimazione è stato pubblicato solo il 2 […]

Leggi tutto

Centinaia di diffide alle scuole dai genitori ‘no-vax’: “No ai test rapidi sui nostri figli”

Dalle cinque alle dieci diffide per ogni scuola, portando il totale nell’ordine delle centinaia. Sono le lettere arrivate a diverse scuole della provincia di Treviso, in Veneto, da parte di genitori di studenti che non permettono di eseguire i test rapidi ai propri ‘pargoli’. Il caso è stato denunciato oggi da Il Gazzettino. Il riferimento è al protocollo disposto […]

Leggi tutto

Mauro Mellini diceva “creiamo il Partito della Libertà

il P.D. mette in vendita le nostre libertà. Ma, quel che è peggio, gli altri, in particolare Berlusconi con la sua mania del culto dei “moderati”, non vedono, non sentono, non capiscono. O fanno finta di non capire. Occorre un moto di liberazione nazionale. Liberazione da chi vuole rubarci le nostre libertà. E dagli scimuniti. Che sono […]

Leggi tutto

Morta nella notte Jole Santelli, presidente della Regione Calabria

E’ morta la presidente della Regione Calabria Jole Santelli, 52 anni, la notte scorsa nella sua abitazione, a Cosenza. Secondo quanto si è appreso, la ‘pasionaria’ azzurra avrebbe avuto un malore. La presidente da anni era malata di cancro. Ieri aveva avuto incontri politici a Cosenza. Prima donna presidente della Regione Calabria, la Santelli era stata proclamata il 15 febbraio 2020. La Santelli, di […]

Leggi tutto

Riforma del CSM per superare il caso Palamara

Separazione delle carriere e/o sorteggio per riformare il Csm? È a tutti noto l’esito del caso Palamara”, una vicenda che ha come oggetto principale la degenerazione correntizia della magistratura, anche delle dinamiche interne al suo organo di autogoverno. “Una situazione – scrivono Francesco d’Errico e Mario Arbotti nel focus Ripensare la magistratura. Analisi e proposte, […]

Leggi tutto

Per lo smartworking ci vuole un accordo globale, stile 2004

Intervista ad un protagonista dell’accordo confederale sul telelavoro 2004, Roberto Di Francesco Dunque, a Roma la Castellano (Cgil), Pizzi (Cisl) e Di Francesco (Uil) per conto dei rispettivi segretari confederali Rocchi, Furlan e Pirani, stesero e firmarono l’accordo confederale nazionale del 2004 sul telelavoro. All’epoca i segretari generali della triplice erano Epifani, Pezzotta ed Angeletti; […]

Leggi tutto

I governatori di centrodestra contro il Dpcm: “Il governo non ha ascoltato le Regioni”

Per Giovanni Toti il governo, nella messa a punto del nuovo dpcm, “non ha ascoltato le regioni”. Luca Zaia solleva la stessa obiezione. Per Massimiliano Fedriga, invece, il nuovo provvedimento è “un’occasione persa”. Attilio Fontana chiede che vengano compensate le attività economiche che, inevitabilmente, perderanno degli introiti a causa delle nuove restrizioni. I governatori di […]

Leggi tutto