Delenda Russia riallinea liberalismo e democrazia

In relazione a Democracy in the 21st century J. Biden’s Summit di Marco Mayer La realpolitik illustra le posizioni di forza internazionali. Scomodare l’idea di democrazia a riguardo è fuorviante. Il vertice sulla democrazia di dicembre 2022 appare un ritorno all’alleanza dei volenterosi di bushiana memoria. In questo modo i democratici americani riprendono il filo […]

Leggi tutto

Smart working tra rivoluzione e restaurazione

Dopo due anni di Rivoluzione dello smart working completo, non poteva mancare la Reazione, intesa come Controrivoluzione e Restaurazione. Una restaurazione rimasta però incompleta; sempre incerta e paurosa di procedere a pieno. Essa si è espressa appieno ai primi di febbraio di quest’anno, con la nota espressione del Ministro Brunetta, Basta far finta di lavorare […]

Leggi tutto

Kinò ucraino. Quelle stragi di Dikan’ka

Prima della guerra l’Ucraina ed il suo popolo erano più che sottovalutati. Nella grande pancia europea, non diciamo quella americana, era considerata una Russia più povera e senza orgoglio. Attenzionata da Mosca, che la pretendeva almeno sottomessa, era ancor meno considerata dalla Polonia, per i noti dissapori storici, e dal resto dell’Esteuropeo. Nell’Europa occidentale, ucraino […]

Leggi tutto

Bravi nipotini, avanti così

Nel solito 25 aprile quest’anno è stata trovata la variante più paradossale. L’associazione dei partigiani contro la guerra partigiana. La schizofrenia suddetta è stata possibile con i seguenti passaggi. Primo, la guerra partigiana italiana, per antonomasia, è quella contro i tedeschi. (Non è vero perché l’invasore tipico in realtà era francese, che talvolta era francogermanico, […]

Leggi tutto

Tutta colpa di Tolik

Dopo le star, anche la politica russa ha scontato l’andamento negativo della guerra. Il 66enne Čubajs, inviato speciale presidenziale sul cambiamento climatico, si è dimesso il 23 marzo lasciando Mosca (il giornale Kommersant ha rivelato il luogo dell’arrivo in Turchia). La sua è stata una partenza silenziosa, assieme alla terza moglie, senza dichiarazioni, senza una parola […]

Leggi tutto

Martino e i conservatori

Ci ha lasciati da presidente delle maggiori fondazioni liberali Martino; docente, politico, economista, intellettuale, ministro, straordinario divulgatore, un meridionale, allievo di Friedman e amico della Thatcher. L’uomo che ha interpretato, anche fisicamente, il mito del liberalismo di massa, praticamente un unicum. Come evidenzia Capezzone, l’hanno commemorato, tra i più noti, in tre; con lui solo Del […]

Leggi tutto