Torna il concerto all’aperto in piazza Duomo con la Filarmonica della Scala

Cultura e spettacolo

Il 9 giugno Milano invita i cittadini a prendere parte, sotto il cielo stellato di piazza Duomo, al concerto all’aperto gratuito più partecipato d’Italia, giunto quest’anno alla 12esima edizione. Appuntamento ormai irrinunciabile e consolidato, il Concerto per Milano della Filarmonica della Scala riconferma, come da tradizione, il maestro Riccardo Chailly come direttore d’orchestra. Ad affiancarlo, il giovane violinista – e a sua volta direttore – Emmanuel Tjeknavorian (Vienna, classe 1995), appena nominato alla guida dell’Orchestra Sinfonica di Milano.

LA MUSICA SINFONICA PER IL CINEMA DAL VIVO A MILANO

Il tema della serata è il legame tra la musica sinfonica e il grande cinema, con una scaletta d’eccezione. Il programma prende avvio, alle ore 21:30, con l’energia creativa e i ritmi popolari brasiliani di Lollapalooza di John Adams. Si entra quindi nel vivo con la suite dal balletto Le boeuf sur le toit op. 58 di Darius Milhaud – eseguita da Tjeknavorian come solista – concepita dal compositore come colonna sonora di un film di Charlie Chaplin. A seguire, spazio ai temi di John Williams, compositore di temi musicali immortali per i film di Steven Spielberg, tra cui Schindler’s List, E.T. l’extra-terrestre e Indiana Jones. Immancabile il tributo al maestro Nino Rota, di cui verranno eseguite la suite e una selezione di ballabili da Il Gattopardo di Luchino Visconti.

IL CONCERTO PER MILANO 2024

Il Concerto per Milano”, spiega Maurizio Beretta, Presidente della Filarmonica della Scala “è un momento di grande partecipazione collettiva. Una festa per la città, per i musicisti e per tutto il pubblico. Suggella un legame, quello tra l’orchestra e Milano, che ha radice nelle tante iniziative messe in campo durante l’anno ma che riecheggia anche all’estero con le nostre tournée. Ritrovare, edizione dopo edizione, la piazza gremita di un grandissimo numero di appassionati per il Concerto della Filarmonica è tra le cose più emozionanti della stagione e rende ogni anno questo appuntamento un evento speciale”. La storia di questa iniziativa ha avuto inizio nel 2013, in occasione degli Expo Days. In quella prima occasione, Riccardo Chailly aveva diretto musiche di Gershwin, con Stefano Bollani al pianoforte, davanti a quasi 50.000 spettatori. Prestigiosi i nomi coinvolti nel progetto anno dopo anno, tra cui i pianisti Lang Lang e Martha Argerich, i violinisti David Garrett, Nikolaj Znaider e Maxim Vengerov e il tenore peruviano Juan Diego Flórez.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.