MilanoPost Sala-Milan-Stadio-San-Donato

A causa dell’inerzia di Sala, la città perde il Milan che va a San Donato

Milano

«Questa mattina (ieri ndr) abbiamo appreso che, ufficialmente, la Società calcistica A.C. Milan ha perfezionato l’acquisto, tramite atto notarile, dei terreni situati nel Comune di San Donato Milanese, dove dovrebbe sorgere il nuovo impianto sportivo. Quella odierna, purtroppo, sarà ricordata come una triste e storica giornata per l’intera città, perché rappresenta uno dei peggiori fallimenti delle ultime Amministrazioni Comunali. Abbiamo perso uno dei gioielli calcistici milanesi a causa, a detta di tutti, dell’inerzia della maggioranza che siede a Palazzo Marino! Noi di Fratelli d’Italia, nel corso degli ultimi anni e mesi, abbiamo più volte proposto soluzioni anche alternative tutt’ora al vaglio dei protagonisti, e speriamo possano essere prese in considerazione per tentare di salvare il salvabile». Così il capogruppo di Fratelli d’Italia, in Consiglio Comunale a Milano, Riccardo Truppo.

 “Siamo di fronte ad una amministrazione incapace di gestire il futuro di una miniera d’oro come le due squadre di calcio Inter e Milan. Un disastro che fa il paio con la crisi dell’urbanistica milanese”. Così in una nota il Sottosegretario di Stato alla presidenza del Consiglio Alessandro Morelli commenta la notizia. “I nodi stanno venendo al pettine, dopo 13 anni in cui la sinistra ha goduto dei lasciti delle precedenti amministrazioni, questi sono i risultati delle posizioni ideologiche rappresentate in urbanistica, mobilità, trasporti, prosegue il sottosegretario. “Se manca la voglia di amministrare è preferibile un passo di lato, lasciando fare a chi per Milano ha sicuramente tanto da dare, visti anche i miliardi in arrivo legati a Pnrr, metropolitane e Olimpiadi che non devono essere messi a repentaglio per incuranza ”, conclude Morelli (Lega)

 Martedì prossimo ci sarà un incontro pubblico a San Donato Milanese organizzato dal sindaco Francesco Squeri per confrontarsi con i cittadini sul progetto del nuovo stadio del Milan da realizzarsi nell’area di San Francesco di cui il club rossonero è diventato proprietario da ieri dopo la stipula del rogito di cessione dei terreni. L’appuntamento è alle 20.30 in Aula consigliare. “Condivisione e operatività – spiega il Sindaco Francesco Squeri – sono i fronti sui quali siamo impegnati in questi giorni e che caratterizzeranno l’approccio con cui affronteremo il percorso che porterà all’Accordo di programma finalizzato alla eventuale realizzazione dello stadio del Milan. Sarà nostra cura, informare e coinvolgere costantemente i cittadini e le realtà del territorio, come dimostrato dall’agenda di queste settimane che registra un confronto costante con le diverse componenti di San Donato”. Squeri fa sapere che nei giorni scorsi ha illustrato ai consiglieri comunali i dettagli dell’iter amministrativo in corso, tema su cui “l’Ente si è confrontato anche con i tecnici regionali prima in Municipio, poi a Palazzo Lombardia. Nel pomeriggio di mercoledì in Regione si è svolta una nuova interlocuzione tecnico-operativa preliminare in materia di programmazione dedicata ad approfondire alcuni passaggi funzionali all’avvio dell’Accordo di Programma, la cui promozione compete al sindaco, che dovrà sottoporlo alla Regione, e che prevede successiva adesione di tutti i soggetti pubblici e privati coinvolti nell’articolato progetto urbanistico“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.